Dybala carica la Juventus: "Vogliamo vincere tutto"

Dybala è carico in vista della nuova stagione ormai alle porte. L'ex attaccante del Palermo non vede l'ora di giocare al fianco di Higuain

Paulo Dybala è prontissimo ad affrontare la sua seconda stagione con la maglia della Juventus. Il 22enne argentino, l’anno scorso, ha messo insieme 46 presenze e 23 reti ed ha trascinato i bianconeri alla rimonta in campionato che ha regalato il quinto Scudetto consecutivo alla Vecchia Signora. L’ex calciatore del Palermo ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport ed ha toccato diversi argomenti: "Quest'anno la Juventus ha ancora più fiducia. Ci sono dei calciatori fortissimi che hanno delle doti molto importanti e questa sarà un'arma formidabile per noi. Sappiamo di essere una delle squadre più forti che ci sono in circolazione e ora possiamo anche giocare meglio rispetto all’anno scorso. Dani Alves? Non c'è bisogno di dire niente, basta guardarlo: è un calciatore straordinario dal punto di vista tecnico e credo che con lui abbiamo ulteriormente alzato il livello tecnico della squadra. Quando in squadra hai calciatori del calibro di Alves e Pjanic riesci a trovare i passaggi con più facilità e anche gli spazi”.

La Joya argentina ha anche parlato del neo arrivato, il connazionale Gonzalo Higuain:“Higuain? Gli ho mandato un sms per sapere come stavano le cose, lui mi ha detto che stava trattando e che voleva venire da noi. Quando ho saputo che era tutto fatto ero contentissimo. Gonzalo è un bomber e questo non devo dirlo io, l'anno scorso ha fatto 36 gol, speriamo di poterlo aiutare a segnare tanto e che lui possa aiutare noi in campionato. Certo, qui alla Juventus sarà più difficile, perché c'è tanta concorrenza. Anche Mandzukic sta bene e lo sta dimostrando. I rigori? Ho già detto al Pipa che il primo toccherà a me... Le punizioni? In questi giorni tanti giocatori si sono fermati a tirare: Pjanic, Dani Alves, io, Pereyra, Higuain. Tutti vogliamo tirarle, in campo ci metteremo d'accordo. Il pericolo che le aspettative altissime possano essere controproducenti c'è, anche l'anno scorso tutti dicevano che se non avessimo vinto sarebbe stato un fallimento. Quest'anno vogliamo il sesto scudetto per fare la storia. Siamo la Juve, se non facciamo un grande campionato sarà un fallimento. Lotteremo per tutti i trofei".

Commenti

paolonardi

Gio, 11/08/2016 - 20:02

Facile con la FIAT che, con i soldi degli aiuti statali, compra gli arbiti. Nelle competizioni internazionali di ferma sempre.