Dzeko e Nainggolan in uscita dalla Roma. Monchi: "Non vogliamo smantellare la rosa"

Dzeko e Palmieri piacciono al Chelsea, Nainggolan in Cina. Monchi intanto chiarisce: "Se arriveranno offerte concrete sarà mio dovere valutarle, come vengono valutate le mie quando contatto altri direttori sportivi"

I tifosi della Roma non stanno vivendo benissimo questa sessione di calciomercato invernale. Radja Nainggolan, Edin Dzeko ed Emerson Palmieri, infatti, sono dati partenti già a gennaio e perdere i primi due, senza rimpiazzarli a dovere, vorrebbe dire perdere due grandi giocatori nel momento più caldo della stagione. Il Chelsea di Conte vuole l'accoppiata Dzeko-Emerson Palmieri ed è pronto a mettere sul piatto 50 milioni di euro.

La Roma per cedere l'attaccante bosniaco chiede almeno 30 milioni di euro, più bonus. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, però, l'accordo sarebbe ancora lontano con Dzeko non convinto di tornare in Premier League, anche perché non farebbe il titolare e soprattutto perché la sua famiglia si trova bene a Roma. Emerson Palmieri, invece, dovrebbe vestirsi di Blues per una cifra vicina ai 20 milioni di euro, mentre Radja Nainggolan è continuamente corteggiato dal Guangzhou Evergrande di Cannavaro e la trattative non si è mai chiusa.

Monchi, direttore sportivo della Roma, però, prima della conferenza stampa di Eusebio Di Francesco ha voluto prendere parola per tranquillizzare tutti: "Sono troppi giorni che la Roma viene descritta come una società in smobilitazione. Ho letto che staremmo cedendo giocatori a loro insaputa. Sono fatti lontani dalla realtà. Se arriveranno offerte concrete sarà mio dovere valutarle, come vengono valutate le mie quando contatto altri direttori sportivi. La Roma non va a caccia di offerte in giro per il mondo e non vuole ridimensionare la rosa. Il nostro obiettivo è sempre lo stesso: rinforzare la squadra"