E Freddy continua a sfilare in pedana verso Tokyo

Rinnovato l'accordo con la Federginnastica: altri quattro anni fino alle Olimpiadi del 2020

Da quarantuno anni il marchio Freddy è e continua ad essere il punto di riferimento per l'abbigliamento da danza e da fitness. Tutto partì da un'idea geniale di Carlo Freddi, imprenditore ligure, fondatore e presidente di un'azienda italiana specializzata nell'abbigliamento sportivo, che produce e distribuisce in tutto il mondo (si contano oltre 1000 punti di vendita). Basti pensare che solo in questo 2017 sono stati aperti due store a Seoul e Miami, ovvero due località opposte nel mappamondo.

Ma Freddy non trascura affatto la realtà italiana, anzi. Ieri, dopo quattro anni di collaborazione, il marchio ha rinnovato la sponsorship tecnica con la Federazione Ginnastica d'Italia. Un rinnovo che rappresenta non solo una fornitura tecnica istituzionale, di allenamento e agonistica per tutti gli atleti e preparatori tecnici, ma anche una vera e propria stretta partnership che include un nuovo progetto chiamato Salute e Fitness, che ha l'obiettivo di promuovere nel Paese attività fisiche qualificate per aumentare lo stato di benessere, di salute e di fitness della popolazione italiana.

Quella tra il marchio e la Federginnastica è una vera e propria dichiarazione d'intenti: la FGI, che coinvolge le proprie risorse professionali dedicandole anche ad iniziative rivolte ad un target di fascia d'età più adulta e Freddy, che mira ad una maggiore fidelizzazione del cliente in un processo di sviluppo non solo di fornitura tecnica, ma anche di stile di vita: all'interno di questo processo, infatti, la FGI, nell'ottica di una collaborazione tecnica per promuovere lo stato di benessere e di fitness nel Paese, attraverso la promozione di attività fisiche qualificate, affiancherà alle sue attività di aerobica e di sport di gruppo, i corsi di Dansyng, la disciplina sportiva che unisce movimento e canto (Dance + Sing) ideata 4 anni fa, guardacaso, da Carlo Freddi e sviluppata con la collaborazione del guru del Fitness Paolo Evangelista.

Intanto la Federazione Ginnastica d'Italia, la decana della Federazioni Sportive riconosciute dal Coni nel 2019 celebrerà i 150 di fondazione dopo i Giochi di Rio de Janeiro riprende il suo cammino, insieme a Freddy, il suo partner storico, che nella precedente spedizione orientale, a Pechino nel 2008, vestì l'intera missione Coni. Le Farfalle della Squadra Nazionale di Ginnastica Ritmica, dopo il quarto posto in Brasile hanno cambiato molto, con nuove giovani protagoniste, ma non nella veste. E puntano a Tokyo 2020, con rinnovate ambizioni olimpiche. Freddy fuori, ma col fuoco dentro.