E Tiguan punta ora sul diesel da 115 cv

La versione 1.6 con cambio manuale e una ricca dotazione per la sicurezza

Andrea Montanari

Merano Oltre il 50% dei veicoli acquistati nel nostro Paese sono equipaggiati con motori diesel da 1.5 a 1.7 litri di cilindrata. Per questo, Volkswagen Italia introduce sul mercato Tiguan 1.6 da 115 cavalli. Dal punto di vista estetico non presenta differenze sostanziali rispetto ai modelli più potenti: lunga 449 cm e larga 184, mostra un buon equilibrio nelle proporzioni, ed è caratterizzata da linee tese e semplici.

Esternamente sono previsti i cerchi in lega da 17, fari posteriori a Led, mancorrenti e vetri oscurati.

All'interno troviamo una plancia piuttosto spigolosa, il cruscotto semplice e ben leggibile, e nella console centrale lo schermo tattile da 8 dell'impianto multimediale.

La posizione di guida, adatta a persone di ogni statura, è decisamente rialzata, con il volante multifunzione piuttosto inclinato in avanti. Materiali e assemblaggio sono di buon livello: caratteristici i sedili in tessuto (grigio o nero) con impunture a rombi. A richiesta si possono avere i sedili in pelle (2.150 euro). Il vano bagagli è regolare, ben rifinito e capiente: 520 litri, che diventano 615 portando avanti i sedili posteriori. Il divano è comunque reclinabile in tre parti differenti.

La motorizzazione provata (1.6 da 115 cv) raggiunge una velocità di 185 orari e un'accelerazione da 0-100 in circa 11. Dunque, brio apprezzabile con il motore che supera senza problemi i 4.500 giri, anche se un po' rumoroso.

Diversamente dalla versione 2.0 TDI, la cui spinta cresce quasi brutalmente quando il turbo comincia a spingere sul serio, questo 1.6 è più progressivo e facilita una marcia rilassata nel traffico.

Il cambio è manuale a 6 rapporti, buona la precisione dello sterzo e la maneggevolezza. Al volante su una strada di montagna non si può pretendere una guida molto brillante in salita, ma si procede in modo gradevole, senza strapazzare troppo il cambio.

Per questa versione non è previsto il l'automatico Dsg e nemmeno la trazione integrale (entrambe le scelte sono destinate al 2.0 TDI).

Quanto ai consumi, quelli dichiarati sono di 20,8 km/litro, risultato ottimo rispetto alle sue dirette concorrenti. Ricca la dotazione, soprattutto sul fronte della sicurezza. Da 26.500 euro, grazie all'offerta della Casa.