Ecclestone pronto a tutto per Alonso con Lewis

Il boss vuole salvare lo show. Il team: «Ci serve tempo». In lizza anche Vettel, Button e Bottas

Benny Casadei Lucchi

Nico Rosberg non ha più problemi. Da ieri può amministrare i propri capitali che sono immensi rispetto alla stragrande parte di noi ma piccoli in confronto a certi suoi colleghi. Diciamo un sessantina di milioni di euro guadagnati in dieci anni di F1. I capi Mercedes hanno invece parecchi problemi da risolvere e infatti Toto Wolff ammette «ci prenderemo il nostro tempo...». Anche perché si ritrova Bernie Ecclestone fra le scatole, visto che il boss sta facendo pressioni per piazzare accanto a Hamilton quel Fernando Alonso che in McLaren vegeta da due anni pur essendo a tutt'oggi il più forte pilota con Hamilton. Fernando darebbe letteralmente l'anima per balzare su una Mercedes anche per un solo anno. Ma Hamilton non darebbe l'anima per riaverlo come compagno dopo la lotta fratricida in McLaren che gli costò il titolo 2007. E questo benché l'inglese si dica disponibile a fornire parere al team solo «nel caso la squadra lo chiedesse». Di fatto, tutti vorrebbe tranne che Alonso e Verstappen. Ma se per Max può dormire sonni tranquilli nonostante venerdì Wolff e l'olandese avessero scherzato sul tema via Twitter (la Red Bull l'ha blindato), non così per lo spagnolo.

In fila per il casting ci sarebbe anche Vettel. Troppi i malumori mostrati nel 2016, troppe anche le bacchettate ricevute da Arrivabene e, soprattutto, sonora la bocciatura di Marchionne che l'ha ridotto dal rango di fuoriclasse che fa la differenza a fuoriclasse che a volte fa. Oddio: ci sarebbe anche che Seb si è ormai stancato di questa Ferrari confusa e malconcia. Sia Alonso che Vettel sono però sotto contratto fino al termine del 2017, ma si sa come certe firme diventino carta straccia. Senza dimenticare che in lista ci sono pure Valtteri Bottas (Wolff ne cura il management), il giovane Pascal Wehrlein, pilota Mercedes che quest'anno si è fatto le ossa alla Manor, e l'appena ritirato Jenson Button. L'inglese è stimato e ha onorevolmente retto la convivenza con Hamilton in McLaren.

Un'avvertenza, però. Se uno fra Alonso o Vettel dovesse approdare in Mercedes, vorrebbe dire che per l'ennesima volta ci ha messo lo zampino Ecclestone. Il grande vecchio sa che sarebbe l'unico modo per rendere ancora spettacolare la F1.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Dom, 04/12/2016 - 11:19

Io ci vorrei verstappen in Mercedes e poi starei a divertirmi a guardare hamilton prenderle di santa ragione!

Trinky

Dom, 04/12/2016 - 11:55

Se Vettel è furbo molla subito il catorcio rosso e se ne va alla Mercedes di corsa.......

agosvac

Dom, 04/12/2016 - 13:32

Vettel ha già dimostrato tutto quel che poteva dimostrare: andare in Mercedes non darebbe nulla alla sua carriera, mentre vincere con la Ferrari la completerebbe! Alonso farebbe carte false per andare in Mercedes ma per la Mercedes gestire Alonso ed Hamilton sarebbe moltiplicare per mille la gestione tra Rosberg ed Hamilton. Verstappen ed Hamilton sarebbero garanzia di uscite fuori strada ed incidenti che, credo, la Mercedes manco si sogna di volere affrontare. Button è troppo anziano e non darebbe garanzia di "durata". Credo che l'unica opzione per la Mercedes sarebbe un giovane come wehrlein.

Gaby

Dom, 04/12/2016 - 13:55

Se un giorno Rosberg cambia idea e ritorna lo prenderanno sicuramente in Ferrari. Fanno raccolta di ex Campioni del Mondo cotti come pere.