Ecco quando Valentino si è giocato il Mondiale

A Misano, in Romagna, Rossi non ha approfittato della caduta di Lorenzo: se avesse cambiato gomme e chiuso la gara sul podio, oggi staremmo festeggiando

Non a Sepang e nemmeno a Valencia: il Mondiale della MotoGp Valentino Rossi lo ha perso in casa, a Misano, in Italia.

Era il 13 settembre, quando Jorge Lorenzo cadde proprio sul circuito di casa nostra, permettendo al campione di Tavullia di staccare lo spagnolo di ventitrè punti. Tutti esultarono, felici per la fortuna che arrideva al pesarese e grati dei nove punti guadagnati sul rivale (che prima della gara era a meno dodici).

Eppure, come calcola Claudio Brigliadori su Libero, se all'epoca Valentino avesse deciso di ascoltare il muretto e cambiare le gomme da pioggia avrebbe potuto chiudere molto meglio quella gara e l'intero campionato. Invece Rossi volle fare di testa propria, restò indietro e rimase imbottigliato nel gruppo, chiudendo quinto.

Se fosse arrivato secondo, avrebbe nove punti in più; se avesse vinto, ne avrebbe persino quindici. In entrambi i casi un bottino sufficiente ad acchiappare Marquez che oggi ha vinto il titolo per cinque lunghezze.