«Eto'o, basta con le avventure L'Inter? Speriamo in Thohir»

Il leader silenzioso potrebbe tornare. Il suo agente Claudio Vigorelli ha concluso il giro perlustrativo in Inghilterra e non pare sia andato benissimo, ieri era in Spagna. L'Inter è sempre più vicina a Samuel Eto'o che l'aveva lasciata due stagioni fa dopo 33 gol in 67 partite, per approdare ai russi di Suleiman Kerimov dell'Anzhi e firmare un triennale a 20,5 milioni a stagione. A giugno 2014 va in scadenza.
Signor Vigorelli, non siete riusciti a convincere José Mourinho?
«Il Chelsea ha una linea societaria chiara, non mette sotto contratto giocatori sopra i trent'anni. Ho parlato con Josè, lui si era detto disposto a far firmare a Samuel un annuale. E poi il Chelsea sta aspettando Wayne Rooney, Mourinho ha in mente solo lui, attende che si sblocchi la situazione».
Quante probabilità ci sono che Rooney rinnovi con il Manchester United?
«Per quanto ne so Rooney non rinnova».
Quindi c'è anche lo United su Eto'o?
«Informarsi costa niente, in tanti hanno chiesto quali sono le condizioni, se Kerimov lo libera a parametro zero, quanto è disposto a ridursi d'ingaggio Samuel...»
Anche la Roma?
«Ho parlato con il ds Sabatini, mi è sembrata più una chiacchierata informale. Anche il Napoli si è fatto vivo».
Il Chelsea vi ha offerto un annuale a 5 milioni, i qatarioti dell'Al Gharafya un triennale a otto. Samuel cosa vuole?
«Niente avventure, lui sul progetto di Kerimov ci ha creduto tanto, poi un giorno questo è arrivato e ha detto: non posso più far niente. Fine di tutto. Adesso Samuel vuole tornare nel calcio che conta».
E quanto è disposto a perderci?
«C'è in giro una recessione tremenda, qui non si tratta solo di ridursi l'ingaggio, se dice 8 milioni a stagione poi bisogna trovare un club disposto a darglieli, se dice 5 identica situazione».
Cosa rischia?
«Samuel è un giocatore dell'Anzhi, è in Russia, si allena, sta giocando, il campionato è arrivato alla quinta giornata e lui ha già segnato due gol. E prende regolarmente lo stipendio. Lui la squadra ce l'ha».
Ma ha tenuto il suo mega appartamento di via Turati a Milano…
«Milano per lui è solo bei ricordi».
Eto'o vorrebbe almeno un biennale, Marco Branca cosa vi ha detto?
«Anche l'Inter è all'osso, Eto'o ci tornerebbe volentieri ma siamo tutti ai minimi termini, sono momenti difficili, stiamo parlando».
Una settimana fa lei diede il 30 per cento di probabilità a Eto'o di tornare all'Inter. Oggi?
«Il calcio è assolutamente imprevedibile, potrei dire tutto e il contrario di tutto. Domani l'Inter vince e si scorda di Eto'o. Perde e lo scenario cambia totalmente».
L'idea è che la percentuale si sia alzata. Concorda?
«A lui l'Inter e Moratti sono rimasti nel cuore».
I tifosi si augurano che con il passaggio di proprietà, Erick Thohir scucia i denari. I tempi però si accorciano...
«Ma no, trovato l'accordo poi si fa tutto in un attimo. Cosa posso dire... Speriamo in Thohir».