Euro 2016, Italia agli ottavi: i pro e i contro di Spagna e Croazia

L'Italia è prima nel girone E e martedì 21 giugno alle ore 23 conoscerà il suo avversario negli ottavi di finale. Spagna o Croazie le possibili avversarie degli azzurri

L’Italia ha già ottenuto il pass per gli ottavi di finale ad Euro 2016. La nazionale di Conte si trova in vetta alla classifica del girone E a quota 6 punti e già oggi, al termine della partita tra Belgio-Irlanda, si potrebbe conoscere il piazzamento finale degli azzurri. Tre le combinazioni possibili per arrivare matematicamente primi: 1) Il Belgio deve battere l’Irlanda 2) Pareggio tra Belgio e Irlanda 3) Vittoria dell’Irlanda che poi non deve battere l’Italia nell’ultimo match. Difficilmente, dunque, gli azzurri potranno essere scalzati dal primo posto e agli ottavi di finale la banda di Conte incrocerà la seconda classificata del girone D, quello di Spagna, Croazia, Repubblica Ceca e Turchia.

Ad oggi gli azzurri sfiderebbero la temibile Croazia di Cacic che ieri ha fatto harakiri facendosi riprendere sul 2-2 dalla modesta Repubblica Ceca di Vrba, dopo aver dominato per 75 minuti di gioco. La Spagna di del Bosque, dopo aver stentato all’esordio con uno striminzito 1-0 sui cechi, ha sfoderato tutta la sua classe umiliando la Turchia di Terim. Ora la classifica vede le Furie Rosse prime a quota 6 punti, Croazia seconda a quota 4, un punto per la Repubblica Ceca, 0 per la nazionale turca. Nell’ultima giornata la nazionale di del Bosque affronterà proprio quella di Cacic e si saprà chi sarà leader del girone D. Spettatrice interessata proprio l’Italia di Conte che avrà, comunque vada, un avversario difficile da affrontare agli ottavi. C'è anche un'altra combinazione possibile, la Spagna batte la Croazia e la Repubblica Ceca batte la Turchia: a quel punto la nazionale di Vrba tornerebbe in corsa per il secondo posto ma ad oggi questi sono calcoli difficili da fare perchè entrerebbe in gioco la differenza reti.

La Spagna fa paura, ha tanta classe, alternative e voglia di riaffermarsi dopo aver triturato proprio gli azzurri nella finale di Euro 2012: la partita finì con un pesante 4-0 in favore degli spagnoli. Iniesta è ispiratissimo e Morata è un cecchino implacabile. Forse in questo momento sarebbe meglio non affrontare la nazionale spagnola che è sempre una delle favorite alla vittoria finale. Ci sono anche degli aspetti positivi, però, nell’affrontare le Furie Rosse: l’Italia ha dimostrato di avere un grande carattere, un’ottima fase difensiva e un gruppo coeso. Inoltre, Bonucci e compagni vogliono proprio vendicare la finale persa 4 anni fa e quale occasione migliore per buttare fuori la Spagna proprio agli ottavi?

La Croazia di Cacic è una nazionale di tutto rispetto, piena di talento soprattutto a centrocampo e con tanti giocatori che militano o che hanno giocato nel campionato italiano. Modric è il faro della nazionale croata, ma i vari Badelj, Brozovic, Perisic, e Rakitic sono calciatori che si stanno esprimendo su altissimi livelli e fanno paura per la loro grande qualità. In attacco, poi, c’è un certo Mario Mandzukic, mentre in panchina scalpitano Kovacic, Pjaca e Kalinic. Sono due le debolezze della nazionale croata: 1) una fase difensiva un po’ approssimativa visto che i due centrali Vida e Corluka sono due buoni calciatori ma non dei fenomeni. 2) il vizio di specchiarsi un po’ troppo non chiudendo le partite, come avvenuto ieri contro la Repubblica Ceca. L’Italia martedì sera alle 23 conoscerà quale sarà la sua avversaria negli ottavi di finale, anche se in entrambi i casi sarà molto dura e Conte dovrà tenere alta la concentrazione perché ogni minimo errore costerà caro a prescindere da chi sarà l'avversario.