Ex Inter, Maxwell finisce nei guai: accusato dalla moglie di minacce di morte

L'ex difensore di Inter, Psg, Ajax e Barcellona Maxwell è stato denunciato dalla moglie Giulia Nagamine per aggressione e minacce di morte. Lui si difende: "La verità verrà fuori per i miei figli"

Maxwell Scherrer Cabelino Andrade è stato un terzino sinistro brasiliano e nella sua lunga carriera ha vestito solo cinque maglie. Il 37enne carioca è partito dal Cruzeiro, con cui ha messo in bacheca un titolo, per poi approdare in Europa tra le fila dell'Ajax dove in quattro anni e mezzo ha vinto sei trofei. L'Inter nota il suo talento e lo preleva a gennaio del 2006 e in tre anni e mezzo in nerazzurro mette insieme più di cento presenze, due gol, tre Scudetti e sei Supercoppe Italiane. Nel 2009, anno del Triplete dell'Inter, passa al Barcellona con cui vince una Champions, due mondiali per club e due Supercoppe Europee e dal 2012 al 2017 chiude la sua carriera al Psg dove fa incetta di campionati, coppe e Supercoppe.

Maxwell, con 37 trofei vinti in carriera nei vari club, è uno dei giocatori più vincenti della storia del calcio a cui ha detto addio due anni fa, a fine maggio 2017. L'ex difensore nerazzurro è attualmente un dirigente del Psg ma dalla Francia arriva una notizia sconvolgente e non positiva per il 37enne. Secondo quanto riporta Le Parisien, infatti, la moglie o forse ex, Giulia Nagamine lo ha denunciato, lo scorso 27 marzo, per aggressione e minacce di morte. La donna ha inoltre denunciato altri episodi spiacevoli del suo matrimonio dato che nel 2012 ha affermato di essersi rotta due dita dopo un’aggressione subita dal marito, nel 2018 è stata presa a calci a Miami e minacciata di morte. L'ex difensore della nazionale brasiliana, a Le Parisien ha risposto amaramente: "Mi dispiace che mia moglie usi la legge in questo modo. Per il bene dei miei figli dimostrerò la mia totale innocenza”.