Fabio Capello: "Con Cassano arrivai alle mani"

"Arrivammo alle mani". Fabio Capello rompe il silenzio e rivela alcuni retroscena sul suo passato da allenatore alla Roma

"Arrivammo alle mani". Fabio Capello rompe il silenzio e rivela alcuni retroscena sul suo passato da allenatore alla Roma. "Con Cassano arrivammo alle mani. Ma non a Madrid, ai tempi della Roma". A rivelare l'aneddotto è il tecnico friulano in un'intervista con il quotidiano spagnolo As in cui parla anche del suo difficile rapporto con il talento barese. "Con Cassano ci siamo scontrati molto", ammette Capello, che ai tempi del Real Madrid mise fuori rosa Fantantonio dopo che una televisione spagnola pizzicò il barese intento in una sua imitazione.

Lo scontro probabilmente più duro fu però a Roma e come confermato da Capello sfociò quasi in una vera e propria rissa: "Siamo quasi arrivati alle mani? Ci siamo arrivati ma a Roma, dove avevo un gruppo di uomini eccezionali con cui vincemmo un campionato. Io rispetto i giocatori e pretendo da loro rispetto. Questo è essere seri, non duri. Ora Cassano capisce il rispetto che deve avere nei confronti della gente", sottolinea il tecnico di Pieris.