Felipe Melo accusa Cuca con un audio whatsapp e poi si scusa: "Ero ubriaco"

Felipe Melo ha voluto chiedere scusa per l'audio incriminato: "Chiedo a tutti di non prendere in considerazione quello che ho detto, ero sotto l'effetto dell'alcol"

Felipe Melo è sempre stato un calciatore di carisma e personalità. L'ex centrocampista di Juventus e Inter, però, diverse volte nel corso della sua carriera non è riuscito a tenere a bada gli animi risultando molto falloso e focoso. L'attuale giocatore del Palmeiras è finito nell'occhio del ciclone per via di un suo audio Whatsapp, in cui si scagliava contro l'allenatore del club brasiliano Cuca, finito in rete: "Questo tizio non lavora. Lui è solo un codardo e un bugiardo, continua a parlare con la stampa. Tantissimi club sono interessati a me, io con Cuca non resto qui, non c'è niente da fare. Sembra che stiano parlando col Flamengo: se loro mi vogliono, questo è il momento".

Cuca se l'era presa con Felipe Melo e lo aveva invitato a trovarsi un altro club per via delle sue continue polemiche nei confronti degli arbitri. L'ex Galatasaray, però, dopo essersi sfogato con un confidente, che in realtà lo ha sbugiardato, ha voluto chiedere scusa a tutti:: "Non ricordo nemmeno a chi abbia mandato questo audio. Chiedo a tutti di non prendere in considerazione quello che ho detto, perché ero sotto l'effetto dell'alcol. Non ricordo neanche quello che ho detto. Ho bevuto un bicchiere di champagne di troppo ed è per questo che è accaduto quel che è accaduto".