La Fiamingo ancora regina di spade Dopo il bis mondiale punterà a Rio

La Zarina di Russia. Ai Campionati del Mondo di scherma, Rossella Fiamingo si conferma a Mosca campionessa del mondo nella spada femminile, travolgendo la svedese Emma Samuelsson con il punteggio di 15-5. La catanese, che bissa il successo dei Mondiali di Kazan dello scorso anno, si consacra in terra russa come nuova regina della spada. Un regalo perfetto per festeggiare i 24 anni compiuti questo martedì e che la proiettano come assoluta favorita ai prossimi Giochi Olimpici di Rio 2016. Ma intanto Rossella può godersi questo secondo oro consecutivo, un bis mondiale che mancava in assoluto nella spada da più di 22 anni. La catanese entra dunque nella storia di questa disciplina.

Oggi, intanto, debuttano in pedana le ragazze del fioretto femminile per la prova individuale. Tra le quattro azzurre in gara c'è la campionessa del mondo in carica Arianna Errigo, in ripresa dal virus che ha condizionato la fase di preparazione. «Il tris di successi mi stuzzica. Già l'anno scorso vincere due Mondiali di fila è stata un'impresa. Mi piacerebbe conquistare il terzo oro, a cui penso più dell'Olimpiade». Appunto la gemma più preziosa è quella che manca al ricco palmarès di Arianna, che alle Olimpiadi di Londra 2012 fu sconfitta in una finale entusiasmante dalla rivale Elisa Di Francisca. Tuttavia la brianzola rilancia: «Fino alle Olimpiadi arrivavo sempre in fondo ma poi difficilmente riuscivo a vincere. Mi mancava l'esperienza, quella che ho adesso. Se non sono al top, so di poter vincere lo stesso». Sicuramente intende frapporsi la plurimedagliata Valentina Vezzali, che si giocherà al suo ultimo Mondiale le proprie carte per qualificarsi ai Giochi olimpici di Rio.

Anche gli uomini sono pronti a fare bottino pieno: infatti, abbiamo speranze di podio con Cassarà, Garozzo e Luperi, protagonisti di una tripletta agli ultimi campionati Europei di Montreux. Oggi si prevede un altro boom.