Formula Uno, cambiano ancora le qualifiche

Il Consiglio Mondiale del Motorsport della Fia ha approvato oggi la decisione di tornare al formato di qualifiche della scorsa stagione per il resto del Mondiale di Formula Uno 2016

Il Consiglio Mondiale del Motorsport della Fia ha approvato oggi la decisione di tornare al formato di qualifiche della scorsa stagione per il resto del Mondiale di Formula Uno 2016. Il formato, dove le sei vetture più lente vengono eliminate al termine delle prime due sessioni di qualifica prima di una finale (Q3) con dieci auto in lizza per la Pole Position, tornerà dal Gran Premio della Cina del prossimo fine settimana. Lo rende noto la stessa Federazione Internazionale dell’Automobile.

La lettera sottoscritta da tutti team ha fatto breccia fra i vertici della Federazione automobilistica internazionale che, di comune accordo con la Fom (Formula one management), ha deciso di tornare - già a partire dal prossimo Gp in Cina, sulla pista di Shangai - al format di qualifiche classico, diviso in Q3, Q3, Q1, e che era stato in vigore fino a quest’anno. Si tornerà così definitivamente alle qualifiche 2015, come auspicato dalle squadre, che avevano preso negli ultimi giorni una posizione netta nei confronti della Federazione e di Bernie Ecclestone, firmando una lettera congiunta. Bocciata l’ultima idea della qualifica con la somma dei tempi, a Fia e Fom non è rimasta altra scelta che prendere atto della volontà dei protagonisti di tornare all’antico. Adesso si attende la ratifica del Consiglio mondiale sportivo della Fia.