Francia, c'è un angolo di Italia che tifa Perù

Gli abitanti di Gallese con i sudamericani: il portiere ha lo stesso nome del paese

I 2829 abitanti di Gallese, comune in provincia di Viterbo, oggi sanno già per chi tifare. Lo hanno già fatto pochi giorni fa e, nonostante le cose non siano andate per il meglio, tanto vale riprovarci. Certo, non è stato e non sarà come tifare per l'Italia: però mica è colpa loro se gli azzurri non si sono qualificati.

E, allora, forza Perù: opposto alla Francia, dopo il ko contro la Danimarca, in un match in cui i favoriti sono gli altri, però chissà mai. Sul motivo per cui i gallesini parteggino però per la formazione sudamericana vale la pena interrogarsi. E fare un piccolo passo indietro, dando un'occhiata all'album delle figurine: dove si scopre che il portiere della nazionale allenata da Ricardo Gareca si chiama Pedro Gallese. Così, alla locale Pro Loco è venuto in mente di pubblicare su facebook un invito ai propri cittadini: «È iniziata la Coppa del Mondo. L'Italia non parteciperà e il tifo di noi italiani si disperderà qua e là per il mondo. Pochi sanno che il portiere del Perù si chiama Pedro Gallese. Sì, proprio come la nostra città! Con un cognome così non può non esserci simpatico! E allora perché non indirizzare il tifo di noi gallesini anche verso quella nazionale e il suo portiere?».

Detto e fatto: la cittadina si è fatta pubblicità e il numero uno peruviano ha gradito: messo al corrente, ha educatamente ringraziato dal ritiro del Perù con tanto di foto del borgo laziale.

Oggi, appunto, la seconda puntata del girone C: il Perù è già di fronte all'ultima spiaggia, la Francia no ma ovviamente non potrà scherzare. Deschamps peraltro ha deciso di mandare per il momento in soffitta il tridente leggero' e di ricorrere all'esperienza e alla stazza di Giroud: tanti saluti al 4-3-3, spazio al 4-2-3-1 con anche l'inserimento dello juventino Matuidi che comporrà così la linea dei trequartisti insieme a Mbappé e Griezmann. Evidentemente, quanto visto nella parte finale del match poi vinto contro l'Australia ha indirizzato il cambio di rotta. E Giroud, il preferito di tante tifose che lo hanno eletto per un paio di volte come il calciatore più affascinante della Premier League, farà una volta di più bella mostra di sé.