Gasperini perplesso: "Assurdo il rigore non dato". Handanovic salva l'Inter

Gian Piero Gasperini ha analizzato amaramente il rigore non concesso da Rocchi per il fallo di Lautaro su Toloi: "Queste cose sono brutte e gravi: incomprensibile". Handanovic: "Era il momento giusto per parare un rigore"

L'Atalanta ha mostrato tutta la sua amarezza al termine del match pareggiato contro l'Inter per il rigore non concesso nel finale del primo tempo per il fallo di Lautaro Martinez su Rafael Toloi. Gasperini ai microfoni di Dazn ha attaccato: "Peccato perché meritavamo la vittoria: spiace molto. Muriel? Pensavamo di aver trovato una rigorista infallibile, ma è stato bravo Handanovic che non è nuovo a queste imprese. Il rigore su Toloi? Non so perché non l'hanno fischiato... Queste cose sono brutte e gravi: incomprensibile. Questi episodi tolgono valore al Var: era un caso clamoroso".

L'episodio

Al 41' del primo tempo il colpo di testa di Toloi viene respinto miracolosamente da Handanovic, autore di un intervento miracoloso, il difensore brasiliano tenta di andare a riprendersi la sfera ma viene bloccato da Lautaro Martinez che in caduta ferma il piede del giocatore della Dea che non riesce a ribadire in rete il tap-in con la difesa dell'Inter che poi si salva. Rocchi dal campo e Irrati dal Var conferma che non sia rigore ma il dubbio resta anche se in queste ore sui social sta circolando un video nel quale si vede Duvan Zapata spingere Lautaro Martinez che in un secondo momento frana su Toloi. Errore o meno la partita è comunque terminata sull'1-1 con la Dea che avrebbe meritato di più ai punti.

Il salva Inter

Il capitano Samir Handanovic ha salvato la sua Inter e al termine del match in zona mista ha commentato la prestazione della squadra contro l'Atalanta e il rigore parato: "Era passato tanto tempo dall'ultima volta e oggi era la sera giusta. Quando un portiere para un rigore risulta quasi sempre decisivo se è una partita come questa in bilico, ma penso che non era solo questo, c'erano tante altre cose in ballo".

Handanovic ha accolto di buon grado il punto maturato contro la Dea anche perché i padroni di casa hanno rischiato seriamente di perdere: "Noi abbiamo fatto un buon primo tempo, prendendo le misure. Nella ripresa siamo calati e ci hanno messo un po' sotto. Forse dobbiamo gestire le partite in maniera diversa, anche pensando alle prossime. Noi giochiamo per vincere, sempre. Siamo l'Inter. Nel calcio poi ci sono partite in cui devi prendere il pareggio, abbiamo giocato contro una squadra forte, credo sia il risultato più giusto per quello che si è visto in campo".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?