Guardiola, furioso dopo la sconfitta: stretta di mano sarcastica all'arbitro

Al termine del match perso contro il Liverpool Pep si è scatenato contro l'arbitro Oliver per alcune decisioni dubbie

''Thank you so much!'' si è rivolto così un furioso Pep Guardiola stringendo energicamente la mano all'arbitro Michael Oliver, protagonista di alcune decisioni arbitrali discutibili.

Il Manchester City cade 3-1 sotto i colpi del Liverpool di Jurgen Klopp precipita a meno nove in classifica, un distacco che potrebbe essere già decisivo per l'assegnazione del titolo. Una partita dai ritmi altissimi con tante polemiche nel doopo gara per la direzione arbitrale di Michael Oliver. Si proprio lui l'arbitro inglese, accusato da Gigi Buffon dopo Real Madrid- Juventus ''di aver un bidone di spazzatura la posto del cuore''.

L'allenatore catalano si è schierato apertamente contro Oliver, reo secondo Pep di aver influito sulla partita con alcune decisioni discutibili. Su tutte la mancata concessione di un calcio di rigore al City al 5’, che ha rappresentato la svolta della gara: Alexander-Arnold ha colpito il pallone in area di rigore con un braccio. L'arbitro ha lasciato giocare e il Liverpool ha trovato la rete dell’iniziale vantaggio sul ribaltamento di fronte con una botta da fuori di Fabinho. Inoltre nel finale di gara, sul risultato di 3-1 per i Reds, ancora Alexander-Arnold si è reso protagonista di un episodio dubbio in area: il pallone calciato da Sterling ha colpito il dorso della mano del difensore, ma Oliver ha deciso di non concedere il penalty nemmeno in questa occasione. A quel punto Guardiola è esploso in panchina, andando su tutte le furie e protestando animatamente con il quarto uomo. Al fischio finale il manager dei Citizens si è diretto verso l’arbitro e gli ha stretto energicamente la mano rivolgendogli un polemico: "Thank you so much!".

Nel dopo gara Guardiola ha preferito non ha voluto polemizzare: ''La stretta di mano all’arbitro? Non sono stato sarcastico, ho detto ‘grazie mille’. Non voglio parlare della Var. Non fatemi domande, fatele a loro, vi possono rispondere. Andremo alla riunione della Uefa e discuteremo di queste cose. Ora pensiamo alla gara col Chelsea''. Non poteva mancare però la frecciata di José Mourinho che, opinionista per l'occasione a Sky Sport Uk, ha commentato gli episodi non appoggiando la posizione del ''nemico di sempre'': "La partita è stata davvero bella, c'è così tanto di cui parlare riguardante la sfida. Penso che questo sia abbastanza. Tutti sanno quanto sia forte il Liverpool. Credo che Manchester sia una città troppo bella per piangere un'intera settimana per un episodio. Dovrebbero concentrarsi sul modo di giocare e su cosa migliorare".

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?