Inter, c'è l'accordo col Suning Group: domani l'annuncio della cessione

C'è la firma tra Erick Thohir e Zhang Jidong: l'Inter passa allo Suning Group

C'è la firma di Erick Thohir e Zhang Jidong: il 68,5% dell'Inter passa ai cinesi del Suning Group.

I piani dei nuovi proprietari della società nerazzurra verranno comunicati domani a Nanchino, in occasione dell'annuncio ufficiale. Il Suning è una società leader in Asia nel commercio di elettrodomestici, con un fatturato di 15,5 miliardi di euro, 1700 negozi tra Cina, Giappone, e Hong Kong con oltre 13 mila dipendenti. Un impero economico costruito da un uomo che si è fatto da solo, arrivando a diventare uno degli imprenditori più ricchi di Cina.

Zhang Jindong, presidente del Suning e proprietario del club nerazzurro, è nato nel 1963 in Cina, ad Anhui, una delle province più povere della nazione. Laureato in letteratura cinese, dopo alcuni anni da dipendente in una azienda tessile, decide di mettersi in proprio con il fratello Zhang Guiping aprendo un negozio di condizionatori a Nanchino una delle città più importanti della Cina, posizionata nel bacino di drenaggio del fiume Azzurro e nella zona economica del delta dello stesso. Poi le strade dei due fratelli si dividono ma la lungimiranza di Zhang Jindong gli permette di creare in 15 anni una multinazionale, la nona in tutta la Cina.

Dal 2004 il Suning Commerce Group è quotato alla Borsa di Shenzhen e il suo presidente 28esimo uomo più ricco di Cina e 403esimo al mondo secondo Forbes con un patrimonio di 3.8 miliardi di dollari. Il calcio e lo sport sono diventati, negli ultimi anni, una priorità della società. Il Suning ha investito 350 milioni di euro nella PPTV, televisione online cinese, che trasmette in esclusiva per i prossimi 5 anni la Liga spagnola.

Nello scorso dicembre, poi, il grande passo: per 83 milioni di euro Zhang Jindong, presidente del colosso cinese, ha acquistato lo Jiangsu squadra della Superliga, rinominandola Jiangsu Suning. Subito due colpi di mercato importanti, Ramires dal Chelsea per 20 milioni di euro e Texeira dal Shaktar Donets per 50 milioni. Ora lo sbarco in Europa con l’acquisto del 70 percento delle quote dell’ Inter fino ad ottenere la totalità delle quote nel giro di qualche mese.

"Se riusciamo a costruire in Europa una relazione forte con club e grandi giocatori - ha dichiarato Zhang Jindong negli scorsi giorni - credo che il nostro brand riuscirà a penetrare nel sistema europeo. Per lo sviluppo del nostro settore potrebbe essere utile». Una mission aziendale che si unisce a quella del governo cinese: imparare ed importare in Cina il sistema calcio europeo per ottenere i Mondiali del 2030.