Inter, Chiesa-Nainggolan-Dembélé: ecco i nomi fatti da Spalletti

Il tecnico di Certaldo vuole una squadra forte per poter competere con la Juventus e il Napoli nella prossima stagione. L'Inter sta lavorando duro per acconentarlo ma dovrà aspettare il primo luglio per poter fare mercato

L'Inter vuole essere la grande protagonista della stagione 2018-2019 e dopo gli arrivi di Kwadwo Asamoah e Stefan de Vrij, a parametro zero da Juventus e Lazio, e dopo l'investimento fatto sul prospetto argentino Lautaro Martinez, Piero Ausilio sta lavorando sotto traccia per regalare altri colpi di mercato a Luciano Spalletti. Le piste che portano a Rafinha e Cancelo sono ancora vive ma la società di Corso Vittorio Emanuele dovrà aspettare il primo luglio per poter effettuare operazioni in entrata dato che entro il 30 giugno dovrà mettere a bilancio delle plusvalenza necessarie per il financial Fairplay. Il riscatto del brasiliano sembra più "facile" rispetto a quello del portoghese che sembra più orientato verso l'esperienza in Premier League con le prossime settimane che saranno decisive per capire se vestiranno ancora la maglia nerazzurra.

Ausilio deve incassare entro il 30 giugno 45 milioni di euro e una volta messo insieme questo denaro potrà operare sul mercato. L'Inter sta preparando tre colpi ad effetto per poter puntare allo Scudetto. Il sogno si chiama Federico Chiesa per il quale la Fiorentina chiede 55-60 milioni di euro. Le alternative si chiamano Matteo Politano del Sassuolo e Malcom, giovanissimo brasiliano del Bordeaux classe '97 per il quale il club francese vuole 50 milioni di euro. Per il centrocampo, infine, restano attuali i nomi di Mousa Dembelé del Tottenham visto che andrà in scadenza di contratto il 30 giugno del 2019 ma l'alternativa si chiama Kevin Strootman della Roma che ha una clausola di 32 milioni di euro. Il sogno di Luciano Spalletti, però, si chiama Radja Nainggolan che non è reputato incedibile dal club giallorosso: costo dell'operazione 40 milioni di euro.