Inter, Napoli e Fiorentina: lo scudetto si blinda in difesa

Negli anni Duemila ha quasi sempre vinto chi ha preso meno gol. Mancini ha estremizzato la tesi di Annibale Frossi, sostenuta per anni anche da Liedholm: l'1-0 è il risultato perfetto

Dopo 5 gare Inter ancora imbattuta. A Palermo Nerazzurri all'inseguimento del record di Mancini

Inter e Napoli: con la miglior difesa si vince lo scudetto. È successo nelle ultime nove stagioni consecutive di Serie A e 12 volte (su 21) da quando nel nostro campionato vigono i tre punti a partita (dal 1994-95). D'altronde, il concetto nel suo essenziale lo spiegava già negli anni '50 Gianni Brera, raccontando il super Uruguay che incantava il mondo all'epoca: «Tra gli imperativi categorici del calcio il primo è non prenderle». Non prenderle, ergo difendersi bene. Che la miglior difesa sia il miglior attacco, quindi, è tutt'altro che retorica. Nella praticità di un campionato così equilibrato come quello in corso, la differenza la può fare proprio la fase difensiva.

Lo scudetto 2016, come accaduto ininterrottamente dal 2008 al 2015, con Inter, Milan e Juventus protagoniste, potrebbe veder prevalere chi a fine stagione ha subito meno gol rispetto alle altre pretendenti.

INTER, NAPOLI E VIOLA OK

Ecco allora che dopo 11 giornate senza una vera e propria dominatrice, in tre dei primi quattro posti ci sono le squadre che hanno subito meno gol: l'Inter solo 7, il Napoli 8 e la Fiorentina con appena 9 reti al passivo. Non è casuale, perché il lavoro estivo di Mancini, Sarri e Sousa evidentemente sta dando i suoi frutti. «Lo 0-0 è il risultato perfetto, perché espressione dell'equilibrio totale tra l'attacco e la difesa delle squadre in campo». La tesi espressa da Annibale Frossi e sostenuta per anni anche da Nils Liedholm, è stata perfezionata dall'Inter di questa stagione, che per ben sei volte ha vinto 1-0. Durerà? Lo dirà il campionato, che al contrario ha già evidenziato uno dei problemi della Juventus attuale di Allegri, bucata in otto delle prime 11 giornate e con già 10 reti al passivo: i bianconeri avevano costruito il loro recente poker tricolore puntando proprio sul muro difensivo, oggi meno resistente rispetto al passato.

LE STATISTICHE CONFERMANO

Nella storia della Serie A a girone unico, esclusi i due tornei revocati alla Juve, ha vinto lo scudetto per ben 39 volte chi a fine anno ha chiuso con la miglior difesa del torneo. Il migliore, in generale, fu il Cagliari del 1970, che chiuse con soltanto 11 reti al passivo. La migliore nell'era dei tre punti è stata la prima Juventus di Conte (20 gol subiti). Teoria accentuata proprio nelle ultime stagioni: dal 1994-95 ad oggi infatti la formazione con il miglior attacco ha trionfato solo nove volte. L'eccezione più clamorosa? Nel 1996-97 conquistò il Tricolore la Juventus addirittura con il quinto miglior attacco del campionato. Ovviamente però quella squadra allenata da Marcello Lippi aveva la miglior difesa.