Inter, Pioli ci mette la faccia: "I tifosi contestano? Fanno bene"

L'Inter ha perso per 1-0 al Marassi contro il Genoa. Pioli: "Non credo che in questo momento sia importante pensare all'Europa, finiamo il campionato con orgoglio"

L'Inter di Stefano Pioli ha perso l'ennesima partita in campionato, la numero 13 per l'esattezza: i nerazzurri sono stati sconfitti per 1-0 dal Genoa di Ivan Juric. Il grande ex Goran Pandev, che non ha nemmeno esultato al gol, ha mandato all'inferno l'Inter e il rigore sbagliato di Antonio Candreva ha reso ancora più amaro il pomeriggio dei tifosi della Beneamata. La squadra di Pioli nelle ultime 7 giornate di campionato ha ottenuto la miseria di 2 punti frutto di 5 sconfitte e 2 pareggi.

Pioli, al termine della partita persa contro il Genoa, ai microfoni di Premium Sport ha commentato amaramente la debacle di Genova: "È normale e giusto che ci sia delusione tra i nostri tifosi. Da parte nostra, non possiamo non essere consapevoli e responsabili dei risultati negativi dell'ultimo periodo: possiamo e dobbiamo fare di più. Non credo che in questo momento sia importante pensare all'Europa, quanto finire il campionato dimostrando voglia e orgoglio. Icardi sostituito? Non ero contento del movimento dei miei attaccanti e ne ho messi altri due. Volevo cambiare la fase offensiva ed ero convinto che, con giocatori più freschi e pronti, negli ultimi minuti avremmo fatto meglio. In ogni caso, io faccio l'allenatore e tra i miei compiti c'è quello di scegliere".​