Inter pronta ad allungare sul Diavolo

Pioli: "Qualità e attenzione". Per allontanare il Milan e le voci di Conte

L'occasione è troppo ghiotta per essere sprecata malamente. Perché con un solo colpo si potrebbe distanziare ulteriormente il Milan, arrivare al derby con il morale alto (prima, però, bisognerà battere il Crotone) e allontanare ancora una volta le voci su Antonio Conte. Stefano Pioli questa sera contro la Sampdoria si gioca tanto. Forse tutto, perché l'Europa è importante e arrivarci, per Suning, è fondamentale per poter creare un progetto vincente: «Ci stiamo avvicinando alla Juventus ma ci manca ancora qualcosa ha ribadito alla vigilia del match contro i liguri Stefano Pioli ai microfoni di Premium Sport il nostro obiettivo è lavorare con qualità, attenzione e cercare di migliorare il nostro livello per avvicinarci ancor di più nella prossima stagione, per competere e vincere».

Già, la prossima stagione. Quella dove, però, sulla panchina dell'Inter non è scontato che a sedersi ci sia ancora lui: «Ma le voci su Conte ci stanno, fanno parte del gioco cerca di minimizzare Pioli voi giornalisti parlate del futuro e non vi concentrate sul presente, il mio obiettivo invece è diverso. Sono concentrato sul presente per fare il meglio possibile, per dare il massimo quest'anno e costruire una base solida per il futuro».

Futuro del quale si è occupato Piero Ausilio volato in Cina in questi giorni per pianificare con Zhang Jindong e gli altri vertici di Suning il mercato. Segnale di un imminente rinnovo per il ds nerazzurro. Previsto un grande colpo. Un nome su tutti è quello di Marco Verratti che, a precisa domanda, non ha negato la possibilità di lasciare Parigi: «Parlerò con i dirigenti a fine stagione e vedremo», ha sentenziato. Pronta la replica del massimo dirigente del Psg, Nasser Al-Khelaifi: «Non ci ha chiesto di andare via, ma solo chi vorrà rimanere resterà qui».

Intanto questa sera Pioli punterà forte ancora una volta su Mauro Icardi, che proprio con la maglia della Sampdoria ha esordito in Serie A e proprio contro i blucerchiati toccherà la 150esima presenza, dopo averli già incontrati due volte a San Siro ed essere sempre andato a segno.