Inter, Spalletti vuole Nainggolan e Barella

Spalletti punta tutto su Nainggolan e Barella per rinforzare il centrocampo dell'Inter. Rafinha potrebbe anche non essere riscatto se dovessero arrivare sia il belga che l'italiano

La dirigenza dell'Inter sta lavorando duramente sul mercato per fornire a Luciano Spalletti una squadra competitiva per poter fronteggiare il triplo impegno campionato-Champions League-Coppa Italia. Piero Ausilio ha già portato a Milano tre giocatori: Lautaro Martinez, giovane attaccante argentino proveniente dal Racing Club de Avellaneda, Stefan de Vrij, difensore olandese a parametro zero dalla Lazio e il centrocampista-terzino ghanese Kwadwo Asamoah, a costo zero dalla Juventus.

I riscatti di Cancelo, difficile, e Rafinha, possibile, restano ancora sullo sfondo dato che l'Inter sta lavorando per regalare a Spalletti il suo pupillo Radja Nainggolan. Il belga ha disputato una stagione discreta ma non secondo le aspettative e la valutazione fatta dalla Roma è di 40 milioni di euro, quella fatta dal Barcellona per Rafinha è di 35. Il tecnico di Certaldo preferirebbe un giocatore dalla qualità del belga anche se le due operazioni potrebbero essere concluse entrambe. Spalletti, però, oltre a Nainggolan vorrebbe anche il giovanissimo canterano del Cagliari Nicolò Barella, e a questo punto verrebbe meno il brasiliano scuola Barcellona. I sardi valutano il loro giocatore 40 milioni di euro ma diverse contropartite tecniche potrebbero anche abbassare le esose pretese di Giulini.

Commenti

qwewqww

Ven, 25/05/2018 - 16:23

Nainggolan poteva arrivare già l'anno scorso, fu il romano/romanista ds sabatini dell'Inter (mandato apposta all'Inter da juve e roma) a impedire che arrivasse per proteggere la roma e la lazio nelle qualificazioni alla champions rispetto all'Inter. Impedì anche l'acquisto di altri giocatori tra cui un attaccante per sostituire Icardi. Guardate ora quanti giocatori stanno trattando di alto profilo per tornare finalmente a competere in Europa. Veramente non capisco come il Nuovo Ordine Mondiale abbia potuto sfavorire negli utlimi 8 anni le squadre di una città come Milano fondamentale per il NWO per favorire le squadre di altre città che con l'NWO non c'entrano nulla ed anzi lo ostacolano. Speriamo che non facciano la fesseria di far escludere il Milan dall'Europa su pressioni della juve,la cui famiglia proprietaria pensa egoisticamente più al proprio tornaconto personale che all'affermazione dell'NWO e quindi al benessere della GRANDE FAMIGLIA.

Enricolatalpa

Ven, 25/05/2018 - 19:59

qwewqww: non è che sei un tantino ossessionato dal NWO? Detto senza offesa, mi raccomando...