Ira Pozzovivo alla moglie: "La mia carriera così è finita"

Il giorno dopo i brutti pensieri perdono di consistenza e le cose assumono i contorni di una bruttissima storia, ma che può ancora avere un lieto fine. Intanto Domenico Pozzovivo è lui a raccontarla, e a spiegare la dinamica di un incidente che, come in una drammatica telefonata immediatamente dopo lo scontro, ha definito quasi tombale per la sua attività di corridore. «Hanno messo fine alla mia carriera», ha detto il corridore lucano, investito lunedì scorso da un'auto quando era in sella alla propria bicicletta, alla moglie Valentina Conte.

La paura di non riuscire a recuperare da un incidente di tale gravità è altissima. Tante le fratture esposte, ad incominciare dalla tibia e perone della gamba destra, operata l'altra sera dal primario del reparto di ortopedia Gualtiero Cipparrone, con la sua equipe, che gli ha praticato un'osteosintesi con chiodo endomidollare bloccato per rimettere in asse la gamba. Più complessa la situazione del gomito che presenta una frattura pluriframmentata ed esposta. Per il momento è stato bloccato da un gesso, ma se tutto andrà come previsto, oggi potrebbe anche avere il via libera dall'ospedale Annunziata di Cosenza dove è attualmente ricoverato, per volare verso l'ospedale di Lugano (dove i Pozzovivo vivono) e lì si affronterà il problema dato dalla frattura del gomito.

«Sta meglio, ha riposato e anche gli antidolorifici stanno dando una mano a Domenico. Ho appena sentito Valentina e mi è parsa molto più serena». Il dottor Emilio Magni parla con calma, dopo ore di concitata preoccupazione. «Se Domenico potrà tornare a correre? Io so solo che abbiamo a che fare con un grande uomo chiosa Magni, medico societario del Team Bahrain -. Questa sarà una sfida difficile ma non impossibile. Conoscendo l'uomo so che anche il corridore tornerà».

Il ciclista, che è stato investito frontalmente (pare da un neopatentato di 18 anni, in un tratto di strada a senso unico), è stato ferito anche al volto. Per questa ragione gli sono stati applicati anche alcuni punti di sutura al mento.

Commenti

oracolodidelfo

Mer, 14/08/2019 - 10:14

Investito in una strada a senso unico: chi dei due procedeva controsenso?

obiettore

Mer, 14/08/2019 - 14:29

Nibali che cade per una cordicella di fotocamera, cadute strane in momenti relax di certe competizioni, Sagan espulso per una cosa che Cavendish fa abitualmente, l' avvelenamento a Basso, accuse infondate di Simoni al sunnominato, di Pantani non parliamo neppure. Scommesse assassine