Iran, via dalla Nazionale per avere giocato contro un club di Israele

Due calciatori iraniani sono stati esclusi dalla loro Nazionale per avere giocato con il loro club una partita contro gli israeliani del Maccabi Tel Aviv

Si ripropone ancora una volta lo scontro tra Iran e Israele, ma questa volta in campo calcistico. Masoud Shojaei e Ehsan Hajsafi, due centrocampisti iraniani, sono stati esclusi dalla loro Nazionale per essere scesi in campo in una sfida di Europa League tra la loro squadra di club, i greci del Panionios, e una compagine israeliana, il Maccabi Tel Aviv.

La decisione è stata presa dalla Federazione calcistica di Teheran in esecuzione di quanto stabilito dal ministero nazionale dello Sport.

"Hanno superato la linea rossa e saranno quindi esclusi dalla Nazionale, ha detto il vice ministro dello Sport Mohamed Rese Dawarsani, citato dai media iraniani. La scelta di escludere i due calciatori dalla Nazionale rappresenta una decisione senza precedenti, anche perché di mezzo ci va Masoud Shojaei, da tempo capitano della squadra di Teheran.

Lunedì era stato Bahram Qassemi, portavoce del ministero degli Esteri, a sostenere che i calciatori iraniani che giocano all'estero dovrebbero prevedere clausole nei contratti con i club di appartenenza che consentano loro di non scendere in campo contro le squadre israeliane.

I rapporti tra Teheran e Tel Aviv sono storicamente molto tesi. Qualche mese fa, aveva suscitato scalpore la presenza nella piazza di una città iraniana di un orologio che segna il numero di giorni che mancano alla distruzione dello Stato di Israele. Un episodio che ha contribuito a esacerbare ancora di più le tensioni tra i due Paesi.

Commenti
Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 10/08/2017 - 16:43

La stupiditá umana non ha confini. E' immensa ed é ovunque !! Questa ne é la prova.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/08/2017 - 17:55

Sion minaccia l'Iran di attacco da oltre 30 anni.