Under 21, Di Biagio esclude Kean e Zaniolo: "Le regole si rispettano"

Moise Kean e Nicolò Zaniolo si sono presentati in ritardo alla riunione tecnica con Di Biagio che ha deciso di escluderli dalla partita contro il Belgio

L'under 21 di Luigi Di Biagio ha fatto il suo dovere ieri sera contro il Belgio, vincendo 3-1 e portandosi a quota 6 in classifica nel girone A. La vittoria in contemporanea della Spagna, però, per 5-0 contro la Polonia non ha permesso agli azzurri di qualificarsi come primi con l'Italia che è ora appesa ad un filo e dipende solo dagli avversari di tre partite: Danimarca-Serbia; Germania-Austria e Francia-Romania.

La nostra nazionale si qualificherà alla semifinale dell'Europeo e alle Olimpiadi di Tokyo 2020 se danesi e austriaci contro serbi e tedeschi non vinceranno con tre gol di scarto. Un altro risultato che non favorirebbe gli azzurri, inoltre, sarebbe il pareggio in Francia-Romania che con un punto testa salirebbero entrambe a quota 7 passando così il turno: c'è un forte rischio di "biscotto". Infine, una vittoria rumena non influirebbe sulla qualificazione dell'Italia, mentre una vittoria transalpina dovrebbe avvenire con tre gol di scarto per favorire i ragazzi di Di Biagio.

Secondo quanto riporta Il Romanista, inoltre, qualche ora prima di Italia-Belgio c'è stato un piccolo caso, subito chiuso dal commissario tecnico. Moise Kean e Nicolò Zaniolo, compagni di stanza nel ritiro, si sono presentati in ritardo alla riunione tecnica con Di Biagio che ha deciso di escluderli dalla partita. In realtà il centrocampista della Roma era già squalificato e non avrebbe potuto prendere parte alla sfida, mentre lo juventino è stato escluso. Di Biagio a fine partita ha spiegato: "Cos'è successo con Kean e Zaniolo? Niente di particolare, lo spiegheremo in sala stampa, siamo un gruppo e ci sono delle regole da rispettare. Il mio futuro? Ne parleremo tra qualche giorno".