Italia under 21 missione compiuta. 7 reti a Cipro e ora il sorteggio di venerdi

Alla vigilia della partita con Cipro l'Italia under 21 aveva un solo risultato cui mirare, la vittoria. Al termine dei 90 minuti il 7 a 1 finale non ha lasciato dubbi, Ora si attende il sorteggio dei playoff che si terrà venerdì e che vedrà la squadra di Di Biagio come testa di serie, in quanto vincitrice del gruppo 9

Vittoria doveva essere e vittoria è stata, anche se il punteggio finale è stato sicuramente troppo pesante per Cipro, che nel primo tempo ha giocato con coraggio passando addirittura in vantaggio. Gli Azzurrini sono scesi in campo con il consueto 4-2-3-1 ma, come nella partita disputata contro la Serbia, non hanno subito imposto il proprio ritmo, consentendo a i modesti avversari di difendersi con ordine. Dopo due buone occasioni avute da Battocchio al 19' e da Bernardeschi sono proprio i Ciprioti a passare in vantaggio con Sotiriou che batte di testa l'incolpevole Bardi. Immediata, per fortuna, la reazione azzurra, con lo stesso Bernardeschi a trovare il pari al 42'.

Tre minuti dopo vola sulla fascia Zappacosta, tra i migliori, salta un avversario e crossa al centro. Il difensore Panaiyotou prova ad intervenire ma sbaglia tutto, infilando la palla nella propria porta e portando involontariamente in vantaggio l'Italia. Si va negli spogliatoi con la sensazione che la partita sia ancora aperta, soprattutto per i demeriti di un'Italia apparsa poco convinta e cattiva.

Il secondo tempo per fortuna inizia come era finito il primo, con l'Italia proiettata in avanti; dopo un nuovo errore sottoporta, questa volta di Battocchio, all'11' arriva il 3 a 1 siglato da Sturaro dal limite su assist di Berardi. Al 16' è la volta di Belotti, quindi al 25' il 5 a 1 è siglato da Dezi di testa e, al 30' arriva il sesto gol, opera del cagliaritano Longo. L'ultimo gol l'Italia lo sigla al 35' con Rugani, per il 7 a 1 finale. Non succede altro fino alla fine, con Cipro che esce dal campo stordito e seppellito sotto ad una valanga di gol.

Molto felice, naturalmente, a fine partita Di Biagio, che ha definito quella compiuta dai ragazzi una piccola impresa. Il selezionatore ha voluto dedicare la vittoria a chi lo ha voluto in Nazionale, in particolare a Sacchi e ad Albertini. In merito al primo tempo non troppo positivo Di Biagio ha dichiarato che evidentemente alla squadra piace complicarsi la vita, ma l'importante è che vi sia stata un'ottima reazione.
Ora si attende l'esito dell'urna di venerdì; l'obiettivo di arrivare ai playoff era il minimo, ora occorre un salto di qualità ma, soprattutto, maggiore convinzione nei propri mezzi per andare avanti nel migliore dei modi. L'andata dei playoff sarà disputata l'8 di Ottobre, il ritorno 6 giorni dopo; la speranza è che il fatto di essere testa di serie garantisca all'Italia la certezza di non affrontare una squadra di prima fascia.