José Mourinho nuovo allenatore del Tottenham

Dopo l'esonero di Mauricio Pochettino, il club ingaggia lo Special One per risollevare la classifica e le ambizioni della squadra. L'annuncio ufficiale

José Mourinho è il nuovo allenatore del Tottenham in Premier League. A poche ore dall’esonero di Mauricio Pochettino, che solo qualche mese fa aveva trascinato gli Spurs alla finale di Champions (poi perduta) contro il Liverpool, arriva il nome del suo successore.

Le indiscrezioni erano già nell’aria ma questa mattina è stato diffuso l’annuncio ufficiale in una nota apparsa sul sito ufficiale del club londinese. L’ex tecnico di Porto, Inter, Real Madrid, Chelsea e Manchester United s’è legato alla società del Tottenham con un contratto che scadrà nel 2023.

“Siamo felici di annunciare la nomina di Mourinho. Jose è uno dei tecnici più vincenti, avendo conquistato venticinque trofei maggiori - spiega la società -. Ha vinto i campionati nazionali in quattro Paesi diversi (Portogallo, Inghilterra, Italia e Spagna) ed è uno dei tre allenatori ad aver vinto due volte la Champions con altrettanti club, il Porto nel 2004 e l’Inter nel 2010. Inoltre ha già vinto tre volte la Premier con il Chelsea (2005,2006 e 2015)”.

Raggiante il presidente degli Spurs, Daniel Levy che ha fatto notare che “Mourinho è uno dei tecnici di maggior successo nel mondo del calcio. Ha tantissima esperienza e può ispirare la squadra e conosce le tattiche del calcio. Ovunque sia andato ha ricevuto riconoscimenti. Crediamo che uno come lui possa infondere coraggio ed energia allo spogliatoio”.

E ne ha bisogno davvero, il Tottenham di coraggio e di energia. La squadra, dopo dodici giornate in cui ha conquistato appena 14 punti, latita al quattordicesimo posto, lontanissima dalle prime piazze della Premier, dove il Liverpool scatenato di Jurgen Klopp ha messo in riga tutti (ultima vittima il City di Guardiola battuto 3-1 con tanto di polemica finale) conquistando finora undici vittorie e un solo pareggio. E sabato c’è il derby, sentitissimo, coi rivali storici del West Ham. Che, però, non se la passano tanto meglio dato che sono immediatamente sotto in classifica agli Spurs con un punto in meno. Ma ciò non può consolare gli aficionadosi del nuovo White Heart Lane che solo cinque mesi fa sognavano il trono calcistico europeo della Champions e adesso si ritrovano pericolosamente a ridosso delle zone caldissime del campionato.

Intanto Mourinho si presenta con tanta voglia di fare bene in una squadra piena di qualità: “Sono eccitato di approdare in un club di grande tradizione e sostenuto da tifosi appassionati. Mi ha attratto la possibilità di lavorare con una rosa di grande qualità”.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?