Juve, anche Matuidi è un rebus

La Juve ha un nuovo problema: Matuidi è stato bocciato da Sarri è ha rifiutato la cessione al Monaco. Il francese rischia la Champions e i bianconeri devono

Il calciomercato chiude il 2 settembre e per la Juventus il tempo stringe. In casa bianconero sono numerosi i rebus da risolvere e dara a Sarri una formazione perfetta per il sogno Champions. Tra questi, oltre a Dybala, spicca il nome di Blaise Matuidi.

Quel "no" al Monaco e le alternative della Juve

Il centrocampista francesce, con le sue 88 presenze in bianconero, è stato una delle colonne portanti nel gioco di Massimiliano Allegri. Ora però lo cose sono cambiate. Anzi, una: l'allenatore. Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, Maurizio Sarri, arrivato a luglio alla Juventus, avrebbe bocciato Matuidi: troppo poco tecnico per il calcio dell'ex Napoli e Chelsea.

Una bocciatura che ha portato Paratici a mettere sul mercato il calciatore. Il centrocampista però ha rifiutato l'unica squadra che si è fatta avanti: il Monaco. A 32 anni non vuole scendere di fascia e di certo non vuole tagliarsi lo stipendio. Peccato che la sua decisione metta scompiglio nei piani dei bianconeri. A metà campo infatti ci sono già Ramsey, Pjanic, Rabiot, Emre Can, Khedira e Bentancur. Tutti davanti al francese nelle gerarchie.

Le possibilità non sono molte per il club campione d'Italia: o Matuidi parte o dovranno sacrificare qualcun altro. Il francesce però rischia di essere estromesso dalla lista Champions. A meno che Sarri non lo trasformi in un centrocampista a tutto tondo: forte, agile e con grandi doti in palleggio. Quasi un miracolo. L'orologio intanto scandisce il tempo: - 13 giorni alla chiusura del mercato.