Juve, il problema è fisico. Ecco il video dove Cr7 lo spiega ad Allegri

Sui canali social legati al mondo bianconero gira un video dove si vede Cristiano Ronaldo lamentarsi più volte con la squadra e con mister Allegri per l'incapacità di fare un pressing organizzato - e stare alti - durante la partita con il Napoli

Juventus, abbiamo un problema. Strano a dirsi, visto che con il successo di domenica sera contro il Napoli la squadra di Massimiliano Allegri si è virtualmente cucita al petto l'ottavo scudetto di fila. Ma qualcosa non va. Non tanto per la sconfitta con l'Atletico Madrid che mette a repentaglio il percorso bianconero in Champions League, in attesa della partita di ritorno del 12 marzo. Ma per una condizione fisico-atletica complessiva che preoccupa non poco i tifosi della Vecchia Signora. Oltre a Cristiano Ronaldo.

Durante la sfida del San Paolo, l'asso portoghese si è lamentato più volte con squadra e mister per l'incapacità dell'11 bianconero di "salire", come si dice in gergo, per contrastare la manovra avversaria e riconquistare il pallone. È successo per lunghe fasi della partita: Napoli all'attacco e Juventus sulla difensiva. Un modo di stare in campo che rappresenta il marchio di fabbrica del credo tattico di mister Allegri, notoriamente fedele alla teoria per cui giocare bene serva a poco se non si portano a casa i tre punti. Ed è proprio questa passività di fondo a non piacere a una fetta sempre più consistente del pubblico bianconero, stufa di un gioco poco arioso e votato alla difesa del risultato. Come detto, però, ai tifosi più "esigenti" della Juventus sembra essersi aggiunto anche Cristiano Ronaldo.

CHJ, un canale social seguito da molti juventini, ha pubblicato un filmato con gli highlights della partita di domenica sera. Niente gol, ma le situazioni in cui Cr7 ha sbottato contro i compagni per il poco impegno mostrato nell'allestire un pressing organizzato sui giocatori del Napoli per tenerli lontani dalla porta di Szczesny, per guadagnare campo e riconquistare il pallone. Il video, che ha già raccolto più di 40 mila visualizzazioni, inizia con la classica situazione di riorganizzazione del gioco napoletano, con il difensore Koulibaly in possesso del pallone e pronto a far riniziare la manovra. Cristiano Ronaldo è l'unico a salire, l'unico a pressare il portatore di palla per sporcare le linee di passaggio avversarie. A un certo punto si gira verso Allegri e sembra urlargli: "Mister!". Come a dire di fare qualcosa.

Altra situazione di gioco con il Napoli in possesso della sfera. Tutta la Juve, a parte Ronaldo, è schierata dietro la linea della palla. Il portoghese viene scavalcato da un lancio di Maksimovic che trova Koulibaly oltre la metacampo. Cr7 corre indietro come un pazzo, ma ormai l'azione offensiva azzurra è cominciata. L'inquadratura si sposta verso destra, ma non così velocemente da impedire di vedere Ronaldo fare ai compagni un gesto con la mano che si può tradurre come "Coprite!". Succede altre due, tre, quattro volte. È evidente: in fase di interdizione la Juventus si muove poco e male. Colpa dell'allenatore o di una condizione fisica non impeccabile? Un bel dilemma. Eppure Ronaldo è sempre nel vivo dell'azione. Gioca da numero 9, pur non essendo il perfetto prototipo del centravanti.

E gli altri? Sono passivi, fermi, inerti di fronte alla vivacità e al brio del gioco napoletano. Le statistiche a fine partita parlano chiaro: il Napoli ha avuto il 62 per cento di possesso palla e tirato in tutto 21 volte. 6 tiri in porta a 3 per gli azzurri, addirittura 502 passaggi degli uomini di Ancelotti contro i 280 di Chiellini e compagni. Senza dimenticare che per mezz'ora la Juventus ha giocato in superiorità numerica. A fine gara, da allenatore esperto qual è, Allegri si è giustificato parlando di poca lucidità mentale. Ma se il problema fosse legato soprattutto a una condizione fisica inadeguata? Il dubbio rimane e non fa dormire i tifosi bianconeri. Che tra una settimana vedranno arrivare allo Stadium l'armata di Simeone...

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti

Libero 38

Mar, 05/03/2019 - 16:18

Poverino ha la bua.Io ho in frico 3 bottiglie di spumante per festeggiare tutta la notte con gli amici se il Porto elimina i GOBBI.

maverik53

Mar, 05/03/2019 - 17:57

Libero 38 mi sa che di spumante ne hai anche bevuto troppo dato che il Porto gioca domani con la Roma facci capire come può eliminare i gobbi.

Gianca59

Mar, 05/03/2019 - 20:08

@Libero 38: se quello che lei chiama spumante fosse del prosecco, mi augurerei di non berlo mai...anche se la Juve dovesse perdere con il Porto-Atletico Madrid......

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 06/03/2019 - 10:04

Non tifo Juve però, dato che ho visto la partita, mi sa che i ragionamenti di Ronaldo siano più che corretti.