Juventus, Allegri non parla di Higuain. Benatia: "Vogliamo vincere tutto"

La Juventus, domani, affronterà in amichevole il Tottenham di Pochettino. Allegri è concentrato e non parla di Higuain e Pogba

Massimiliano Allegri è alla sua terza stagione sulla panchina della Juventus ed è consapevole che Beppe Marotta e Fabio Paratici gli stanno mettendo a disposizione una rosa che possa competere alla pari con le altre big d’Europa per conquistare la Champions League. Dani Alves, arrivato dal Barcellona a parametro zero, Mehdi Benatia, arrivato dal Bayern Monaco per 18 milioni, e Miralem Pjanic, giunto dalla Roma per 32 milioni, sono già ufficiali e domani il difensore marocchino e il centrocampista bosniaco saranno schierati nell’amichevole contro il Tottenham per stessa ammissione del tecnico livornese: "La gara contro il Tottenham sarà diversa da quella contro il Victory: cercherò di far giocare di più a chi disputerà il primo tempo. Domani giocheranno Benatia, Pjanic e Pereyra e ci schiereremo a 4 in difesa.". L’ex allenatore del Milan non ha fatto alcun cenno al neo acquisto, ancora non ufficiale, Gonzalo Higuain e a Paul Pogba in procinto di trasferirsi al Manchester United alla corte di José Mourinho.

Benatia, nel frattempo, non vede l’ora di mettersi addosso la maglia bianconera e domani giocherà da titolare contro gli Spurs. Ecco le sue parole alla vigilia: "Mi sento pronto: questo è un test importante e il modo migliore è affrontarlo come se fosse una partita di campionato. Il Tottenham è una bella squadra, ha disputato un’ottima Premier League nella passata stagione ed ha tanti uomini di qualità. L'obiettivo è prepararsi bene per gli obiettivi di quest'anno: continuare a vincere e puntare a tutto”. La Juventus, dunque, a breve avrà un Higuain in più nel motore ed un Pogba in meno: il club bianconero, però, si candida in maniera prepotente per fare la voce grossa in Champions League insieme a squadre del calibro di Real Madrid, Barcellona, Atletico Madrid, Psg e Bayern Monaco.

Commenti

giovauriem

Lun, 25/07/2016 - 12:57

si ! vincerete tutto , ma solo in italia .

robytopy

Lun, 25/07/2016 - 13:53

speriamo che non superiate nemmeno il primo turno di Champions. Così si uccide lo sport. Se continua così fra 20 anni il calcio non esisterà più. Accelleriamo questo processo(trasformazione o morte certa). Niente abbonamenti a stadi,sky, premium. nb All' inizio per superare una probabile crisi di astinenza solo qualche partita sui siti on line gratuiti.

robytopy

Lun, 25/07/2016 - 13:57

bel godimento, coi quattrini si compra tutto e ovviamente si vince tutto. Chi si accontenta... ma finirà sicuramente prima o poi, il balocchino sta per rompersi definitivamente. Ci vorrà purtroppo tempo: finchè la gente(magari disoccupata o più fortunata, occupata a 700 euro al mese) si azzufferà per 22 pallonari coccolati, viziati e riempiti d'oro...

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Lun, 25/07/2016 - 16:30

Ho visto l'intervista dove il Mister Allegri mi sembrava poco allegro...x l'acquisto del Pepita....ah ah ah adesso lo sa che deve vincere x forza la Champions...patetico quando non ha voluto commentare l'acquisto dicendo che aveva giocato una partita e che avrebbe risposto solo di quella....pagliacetto ???

manolito

Lun, 25/07/2016 - 19:09

col calcio vi prendono in giro esaltando a dismisura giocate semplici--ma è sport dove due o tre squadre comprano i meno peggio e le altre arrancano----se puntate 100 euro anche non conoscendo i giocatori puntereste sempre su quelle due o tre --vi fregano a parole --spettacolo??? ridicolo----ed ero uno di loro un tempo

stefano di ancona

Lun, 25/07/2016 - 19:18

non sono juventino né napoletano, ma mi ricordo che anni fa un certo ibra lasciò l'inter per il barcellona per vincere la champions. pensate che bello per lo sport se il napoli vincesse la prossima champions.

hellas

Lun, 25/07/2016 - 20:16

maledetti gobbi, disgrazia del calcio italiano.... secondo giustizia avreste dovuto essere definitivamente radiati, altro che vincere tutto... e poi non vincerete un ca.z.z.o al di fuori di questo campionato eternamente pilotato e condizionato...