La Juventus batte l'Inter 2-1 con Dybala e Higuain. Bianconeri primi in classifica

Le reti di Dybala e Higuain hanno permesso alla Juventus di battere l'Inter violando così il Meazza. I bianconeri sorpassano i nerazzurri in vetta alla classifica

Inter e Juventus hanno onorato alla grande il derby d'Italia mettendo in scena una partita tirata dal primo all'ultimo minuto, piena di azione da gol, episodi, agonismo, qualità e reti. La sfida è stata vinta dai bianconeri per 2-1 con le reti di Paulo Dybala al 3' e Gonzalo Higuain all'80' con i nerazzurri andati in rete al 18' con Lautaro Martinez, su rigore, per il fallo di mano di de Ligt. La gara è stata equilibrata con la Juventus che nell'arco di tutta la partita ha fatto vedere di avere qualcosa in più rispetto agli avversari che se la sono però giocata alla pari e che escono dal campo con l'onore delle armi. Con questo successo i bianconeri superano i nerazzurri in vetta alla classifica e salgono a quota 19 punti, a più uno sui nerazzurri fermi a quota 18. La ripresa del campionato tra due settimane dopo la sosta per le nazionali.

Ritmi forsennati fin dal primo minuto e al 3' la Juventus è già in vantaggio: scodellata di Pjanic per Dybala che controlla e di sinistro fulmina Handanovic, incerto nella circostanza. Al 9' ci prova anche Cristiano Ronaldo che converge e tira di destro: traversa. L'Inter reagisce e sale di tono con Bonucci che al 12' salva su Lukaku. Al 17' de Ligt interviene di gomito su una palla alta per Lautaro e Rocchi indica il dischetto. Lautaro non sbaglia e fa 1-1. Miracolo di Szczesny al 27' sul tiro a incrociare di destro del Toro e al 30' per poco Szczesny e Pjanic non combinano la frittata ma si salva la retroguardia bianconera. La Juventus costruisce una grande azione al 41' con CR7 che va al tiro appena fuori dall'area: para benissimo Handanovic. La Juventus segna con Cristiano Ronaldo a 41'dopo una bella combinazione con Dybala ma Rocchi annulla per fuorigioco di rientro dell'argentino. Sul finire della prima frazione.

Nella ripresa Bernardeschi va al tiro da fuori area di sinistro: blocca a terra Handanovic. Cristiano Ronaldo ci prova con un tiro al 53' che finisce fuori e al 56' è Dybala a mettere paura ai nerazzurri: palla alta. Lukaku cade a terra al 65' sul contatto dubbio con Bonucci ma per Rocchi non è niente. Al 68' ci prova con il destro Vecino, deviazione di de Ligt che sbatte sul palo: brivido per la Juventus. Al 70' ci prova CR7 da posizione defilata: Handanovic si salva con i piedi. Lukaku allarga bene il gioco per D'Ambrosio al 72' che la mette in mezzo per Vecino che la stoppa e calcia alto. All'80' la Juventus passa in vantaggio con Higuain che riceve palla da CR7 controlla e batte Handanovic per il 2-1 della Juventus. Vecino si presenta davanti a Szczesny su assist al bacio di D'Ambrosio con il portiere polacco che sventa la minaccia. Nel finale l'Inter ci prova ancora ma senza risultato: finisce 2-1 per la Juventus.

Il tabellino

Inter: Handanovic; Godin (54' Bastoni), de Vrij, Skriniar; D'Ambrosio, Barella, Brozovic, Sensi (34' Vecino), Asamoah; Lautaro (78' Politano), Lukaku

Juventus: Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira (62' Bentancur), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (62' Higuain); Dybala (71' Emre Can), Cristiano Ronaldo

Reti: 3' Dybala (J), 18' Lautaro Martinez (I), 80' Higuain (J)

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

caren

Dom, 06/10/2019 - 23:25

Lo dico da interista: l'Inter non cambierà mai. Sempre la solita musica, sempre i soliti errori, sempre le solite dormite in difesa, sempre i soliti errori in attacco e via dicendo. E' già successo col Barcellona. Finora le vittorie in campionato erano state ottenute con squadre di seconda fascia. Hai voglia a cambiare allenatori. Ridateci Icardi per favore.

maxmado

Lun, 07/10/2019 - 07:49

Ora la classifica rispetta i valori delle squadre, almeno come posizioni. Il campionato è nelle mani della Juve, solo lei può perderlo, dipende da quanta voglia avrà di vincerlo durante tutta la stagione. Ieri sera non ha neanche tanto brillato, Ronaldo non è in forma, Dybala un po' alla volta ci sta arrivando alla forma perfetta, Bernardeschi sembra l'ombra di se stesso, De Ligt anche è ben lontano dall'essere in forma, è migliorato partita su partita, ma gli serve tempo, Khedira non regge tutta la partita, l'unico in palla sembra Higuain, ma ricordiamoci di tutti quelli che la Juve ha in panchina e gli infortunati, su tutti Chiellini … insomma in Italia, non ce n'è per nessuno!