Juventus campione d'Italia: quinto scudetto di fila

Al 44' st l'Olimpico è una bolgia. Nainggolan regala la vittoria alla Roma sul Napoli. Grande festa giallorossa. Ma è soprattutto una festa bianconera, con la Juventus che vince il campionato, il quinto di fila, con tre giornate di anticipo. Il Napoli di Sarri non riesce a fare punti a Roma e con questo ko rischia ora anche il secondo posto. Il Napoli resta infatti a 73 punti, a -12 dai bianconeri di Allegri e solo a +2 sulla Roma (che sale a 71) e ha anche lo scontro diretto a favore. Quello conquistato oggi è il 32° scudetto per la Juventus. I bianconeri precedono Inter e Milan, 18 a testa, poi più indietro il Genoa (9), Torino, Pro Vercelli e Bologna (7), Roma (3), Fiorentina, Napoli e Lazio (2), Casale, Novese, Verona, Sampdoria e Cagliari (1).

Come avvenuto nei lontani anni Trenta, con cinque scudetti vinti tra il 1931 ed il ’35 (e come fece anche il Grande Torino dal 43’ al 49’), la Juventus è riuscita a ripetere un'impresa straordinaria. Un campionato, quello vinto quest'anno, profondamente diverso dai 4 precedenti. Questa volta, infatti, i bianconeri erano partiti malissimo. Poi la rimonta irresistibile, con 16 successi uno dietro l’altro, il sorpasso sul Napoli nel confronto diretto e, infine, l’allungo decisivo con la vittoria per distacco.

E dire che a un certo punto della stagione il 3° posto sembrava il massimo obiettivo raggiungibile. All’assemblea degli azionisti (23 ottobre 2015) la Juventus era addirittura 14^. "Una posizione inaccettabile", aveva tuonato il presidente Andrea Agnelli, pur confermando piena fiducia nel mister Allegri. E mai scelta fu più azzeccata. Spronata dal tecnico livornese, infatti, la Juventus ha ingranato la quarta e, piano piano, è risalita fino alla vetta.

I bianconeri avevano messo in conto qualche difficoltà dopo la strepitosa stagione con scudetto, Coppa Italia e finale di Champions. In un colpo solo, infatti, avevano perso tre big: Tevez, Pirlo e Vidal, con 10 nuovi giocatori in rosa. Ma la Juventus aveva tenuto Pogba, soffiato Dybala alla concorrenza e, con largo anticipo, si era assicurata la classe e l’esperienza di Mandzukic e Khedira. Un segnale di allarme era suonato d’estate, dopo la sconfitta nell’amichevole con il Marsiglia: "C’è una brutta aria intorno alla Juve", aveva detto Allegri. Ma poi era arrivato il successo, a Shangai nella Supercoppa con la Lazio. Il campionato però, con Marchisio e Morata fuori per infortunio, era iniziato malissimo. Debutto choc: 0-1 con l’Udinese - il primo inizio con sconfitta in casa nella storia bianconera - squadra a zero punti anche dopo 180’, avendo perso contro la Roma. E solo un pareggio alla terza giornata, 1-1 con il Chievo, con i fischi nell’intervallo e Buffon a rabbonire i tifosi arrabbiati, molti già con pollice verso nei confronti di Allegri. Alla quarta giornata il primo successo, 2-0 sul Genoa, ma già prima i bianconeri avevano rialzato la testa, vincendo a Manchester in rimonta contro il City. Tutto risolto? Sul piano dei risultati no, ed ecco un nuovo passo falso allo "Stadium", l’1-1 con il Frosinone, e poi la sconfitta a Napoli. Alti e bassi fino alla 10^ giornata: Juve ko a Sassuolo, quarta sconfitta stagionale e in apparenza addio sogni di gloria. "Pazienza, bisogna avere pazienza", aveva predicato Allegri, senza riuscire a convincere i critici più scettici. Ma proprio nel punto più basso - "primo tempo indegno, siamo stati indecorosi", aveva ammesso Buffon con un’autocritica senza alibi - è scattata la molla. Ritiro anticipato: "Ci siamo guardati negli occhi, abbiamo discusso e abbiamo capito cosa avremmo dovuto fare, quali errori stavamo commettendo", hanno poi spiegato molti giocatori bianconeri.

La svolta all’ultimo minuto del derby, giocato per la prima volta dopo tanti anni dietro al Torino in classifica. All’ultimo assalto, tocco in spaccata di Cuadrado e la palla è rotolata in rete. È stato l’inizio della riscossa bianconera: 15 vittorie consecutive, contro grandi e piccole, l’esplosione di Dybala, il ritorno a grandi livelli di Pogba e una la difesa di nuovo granitica. La rincorsa è diventata esaltante, un sorpasso dietro l’altro. Alla fine davanti era rimasto solo il Napoli, ma l’equilibrio dello scontro diretto, giocato a Torino, è stato rotto da Zaza, quando la partita sembrava incanalata verso lo 0-0. Napoli superato, Juve di nuovo regina. Dopo di allora un solo mezzo passo falso, lo 0-0 di Bologna, 24 vittorie in 25 partite, un nuovo allungo quando il Napoli è naufragato a Udine.

"Dico sempre che si si cresce solo attraverso le difficoltà: riguardo il nostro percorso, sono ancora più orgoglioso!". Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, celebra così, su Twitter, il quinto scudetto consecutivo. L’allenatore bianconero ricorda sul social il post che aveva pubblicato il 23 agosto, con la Juventus inaspettatamente in difficoltà ad inizio stagione. "La serie A - aveva scritto - non è la finale dei 100 metri ma una maratona: serve pazienza per trovare il ritmo giusto".

Il capitano della Juventus, Gigi Buffon, celebra così la vittoria: "Il primo scudetto è quello che fa godere di più, ma questo è stato senz’altro il più bello. È stato epocale. Lo abbiamo conquistato con valori che vanno oltre la tecnica. Mi auguro che possa diventare ordinaria amministrazione...".

Su Twittersi fa sentire anche Andrea Agnelli, presidente bianconero: "Tutti pronti a celebrare il nostro funerale. Invece... semplicemente abbiamo scritto la storia!". "Gruppo infinito... #finoallafine", aggiunge Agnelli, che posta un cuore accanto al 5, il numero degli scudetti bianconeri consecutivi.

Commenti
Ritratto di Rames

Rames

Lun, 25/04/2016 - 17:12

Il Milan è la miglior squadra du mundo.Da secoli....La Juve ha avuto solo fortuna,per il resto, plin plin acqua della salute.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 25/04/2016 - 17:55

quello che fa rabbia che non vince più coppe.

mifra77

Lun, 25/04/2016 - 18:19

In Italia stanno festeggiando anche gli arbitri e la federazione! Se poi si può favorire una squadra anche indirettamente, ci troviamo di fronte a squalifiche da peccato mortale ed a parità di colpe, se bianconere, diventano peccato veniale. Tanti scudetti arbitrali ma nessun risultato in europa. ....qualcosa vorrà pur dire!

linoalo1

Lun, 25/04/2016 - 18:19

Ma guarda che strano!!!Alcuni Giornalisti Ignorantoni,già da Novembre,avevano attribuito lo scudetto a Inter o Roma o Napoli!!!Ed cosa ho detto?Aspettate Pasqua e,solo allora,forse,potreste fare un Pronostico!!!Infatti,Inter,Roma e Napoli,non sono abituate a vincere Trofei importanti!!Solo chi vince spesso,se parte piano,anche se lentamente,tira fuori le sue doti!!E questo è il caso della Juve,ingiustamente sottovalutata da tutti,ad inizio Campionato!!!Che Smacco per la Ladrona Inter!!!!

Ritratto di brigante_garganico

brigante_garganico

Lun, 25/04/2016 - 19:03

E KE PALLE ! MA NON KAPISCONO KE NON SI PUO' VINCERE SEMPRE... IL TRUKKO C' E' E SI VEDE... se si vuole...

Gasparesesto

Lun, 25/04/2016 - 19:07

Il 5° scudetto della Juve lo dedico tutto a Paolo Liquori . . ! Che rosica !

aredo

Lun, 25/04/2016 - 19:13

Tutto tarocco. Tutto deciso a tavolino. E' statisticamente impossibile che una squadra in qualsiasi sport vinca un campionato 5 anni di fila e poi vincendo praticamente sempre le partite. Solo gli idioti credono che sia "il caso", "la bravura", "la fortuna". La verità è una sola: CORRUZIONE = MAFIA = SINISTRA !

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 25/04/2016 - 19:52

Rames...il Bbilan ormai e' cinese ed e' ridotto a fare l'Haka...macchietta di se stesso... @Aredo, ma sparisci perdente, anche 11 punti di vantaggio alle altre sqaudre, il fatto e' che siete dei falliti, chiunque tu tifi, senza programmazione e perdenti che non sanno accettare le sconfitte come tutti gli italioti. Invece di fare i complimenti sapete solo sputare bile, come i giudici che non accettavano mai il voto degli italiani tutte le volte che vinceva la destra. Siete ridicoli.

peter46

Lun, 25/04/2016 - 19:58

Era tutta colpa di Mihajlovic l'inconsistenza del Milan,vero?Anche il Verona li ha 'legnati'...dopo l'intervento 'risolutore' di Berlusconi in persona.

aredo

Lun, 25/04/2016 - 19:59

@cape code: povero troglodita. Io non tifo nessuna squadra. Ma vedo la realtà per quella che è. E solo gli ignoranti idioti non si accorgono della mafia che è la sinistra. Gli Agnelli come DeBenedetti, Renzi, il PD e le Coop e la Chiesa Cattocomunista sono il male dell' Italia e del mondo!

Malacappa

Lun, 25/04/2016 - 20:03

Aredo perche' non scrivi libri gialli magari hai piu' fortuna che la Rowling con Harry Potter.

Malacappa

Lun, 25/04/2016 - 20:05

Rames,ti stai sbagliando il milan fu la miglior squadra del mondo adesso e' una schifezza.

tRHC

Lun, 25/04/2016 - 20:18

non voglio fare un flash-back del campionato ma la partita Fiorentina Juve e' stato in pratica lo specchio del campionato della juve a buon intenditor poche parole SALUDOS

odifrep

Lun, 25/04/2016 - 20:39

do-ut-des (17:55) - ma cosa dice mai!!!!!! Ultimamente, la Juverubes, non ha vinto la coppa del nonno?

Rotohorsy

Lun, 25/04/2016 - 22:24

Ormai la qualità delle squadre non si vede nei mediocri campionati locali (vedi Juventus, PSG, Barcellona/Real, etc), ma nelle coppe europee il gusto è ben diverso. Lo scudetto della Juve si può dire senza sbagliare che non fa più notizia. Già interessa poco adesso, interesserà meno l'anno prossimo e quello a venire. Probabilmente diventerà così scontato che non interesserà più a nessuno.....sportivo.

Amazigh

Lun, 25/04/2016 - 22:34

É giusto che i migliori attori ricevano l'Oscar. Gli arbitri, partecipanti allo spettacolo devono accontentarsi di premi di altro tipo. Peccato che con con tanta arte riconosciuta gli spettatori italiani, per questo tipo di rappresentazioni, diminuiscano costantemente.

Egli

Lun, 25/04/2016 - 22:41

Grande festa a Catanzaro.

Pelican 49

Mar, 26/04/2016 - 00:10

Brava Juve, ora che vinto lo scudetto battendo tutti gli squadroni del campionato, può prepararsi per la finale di Champions League ..

sergione41

Mar, 26/04/2016 - 01:54

@ Cape code. Tra te e Aredo fatta una coppia strepitosa di sparacazzate, con accostamenti che con il calcio non c'entrano per nulla, minimamente condite con piccolissime verità. Come è possibile che riferendosi al calcio inevitabilmente scivolate nel vittimismo e nella solita ossessione? Però, va sottolineato che almeno stavolta non siete riusciti ad infilarci la pseudo invasione che tanto vi allarma come vuole quello che ve la inculca.

Ritratto di vraie55

vraie55

Mar, 26/04/2016 - 05:46

perché festeggiano con la maglia dell'Udinese?

edo1969

Mar, 26/04/2016 - 07:12

il calcio italiano fa pietà e questa ne è una prova in più, la prossima arriverà agli europei

retnimare

Mar, 26/04/2016 - 07:28

Ragazzi 34 scudetti, anzi no 35: c'e' anche quello di serie B. Io non ricordo di uno, dico 1, scudetto vinto con onesta'. Il piu' scandaloso: 1998.

abstract-6

Mar, 26/04/2016 - 07:56

Grandissima squadra la Juve quando gioca per lo scudetto. In coppa campioni è irriconoscibile. Chissà perché?. Almeno una volta arrivava alle fasi finali.

mallmfp

Mar, 26/04/2016 - 08:00

Ma per favore. L'ultima partita della Juventus dimostra come lo scudetto in Italia sia una vera patacca. juve in fuorigioco gli da buono il gol, fiorentina regolare gli annulla il gol dicendo che era fuorigioco. Grazie a questa masnada di tagliaventus di turno il nostro calcio e' da serie B. i risultati in europa si vedono. Pertanto il mio verdetto e': 5 patacche di fila.

MARCO 34

Mar, 26/04/2016 - 09:32

Digerire uno scudetto Juve è già difficile, immagino digerirne CINQUE. Un suggerimento: aumentare le dosi di maalox può aiutare. Aggiungo un verso di una famosa canzone napoletana che vorrei dedicare a Sarri e a De Laurentis: Addio mia bella Napoli...

Silvio B Parodi

Mer, 27/04/2016 - 02:33

la rubentus HA RUBATO 30 DEI 34 SCUDETTI amen