Juventus, Cristiano Ronaldo: "Il ritiro? L'anno prossimo o a 41 anni"

Cristiano Ronaldo è stato vago circa il suo futuro: "Potrei ritirarmi l'anno prossimo o giocare fino a 41 anni. Non so, quello che dico sempre è che bisogna godersi il momento"

Cristiano Ronaldo è ancora oggi il più forte giocatore del mondo insieme a Lionel Messi. Il fuoriclasse di Funchal nonostante i suoi 34 anni suonati è integro fisicamente, sembra avere dieci anni in meno atleticamente ed ha tanta fame di vittoria nonostante abbia già una bacheca piena di coppe, trofei e riconoscimenti. L'ex attaccante di Real Madrid e Manchester United intervistato dall'emittente portoghese TVI ha parlato del suo modo di approcciarsi alla sua professione: "Fino a qualche anno se perdevo a volte non cenavo, entravo in stanza e ne uscivo il giorno dopo. Con la maturità, ho imparato che la cosa più importante nella vita non è il calcio. Ovviamente devi essere concentrato, perché è il tuo lavoro, ma puoi anche disconnetterti. Georgina non sa nulla di calcio e ne sono contento. Ragiona come me e mi appoggia nelle scelte, come quella di venire a Torino".

Cristiano Ronaldo è al suo secondo anno alla Juventus e con il club bianconero tenterà di vincere nuovamente la Champions League, trofeo che manca da 23 anni nella bacheca del club di corso Galileo Ferraris. Il portoghese è stato però sibillino sul suo futuro: "Potrei chiudere la carriera il prossimo anno ma potrei giocare anche fino a 40, 41 anni. Non so, quello che dico sempre è che bisogna godersi il momento. Il presente è eccellente e devo godermelo. Non ho bisogno del calcio per vivere bene, sono tranquillo a livello finanziario. Quello di cui ho bisogno sono progetti allettanti e quello della Juve lo è. Mi è sempre piaciuta questa squadra, è la migliore in Italia e fra le migliori al mondo, ha sempre combattuto per imporsi in Europa. E dopo aver vinto in Inghilterra e Spagna, ho vinto anche in Italia e sono felice di essere qui".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?