Juventus, il gol di Higuain è lo schema perfetto. Provato in allenamento prima di San Siro

Un video girato alla Continassa mostra come la Juventus avesse preparato in maniera minuziosa lo schema che ha portato al gol Higuain contro l'Inter

La Juventus sta prendendo sempre di più le sembianze del suo allenatore Maurizio Sarri che ha già dato un gioco e un'identità alla sua squadra in due mesi. I bianconeri non sono solo pratici e vincenti, stanno diventando anche "belli" e questa prerogativa fa ben sperare dirigenza e tifosi dato che in Champions League si vince con esperienza, solidità e gioco. La Juventus in queste prime 9 partite stagionali ha ottenuto sette vittorie, sei in campionato e una in Champions e due pareggi a Firenze contro la squadra di Montella, forse la peggior partita giocata dai bianconeri, e in coppa contro l'Atletico Madrid di Simeone pervenuto al pareggio solo al 90' e dopo che la Juventus era in vantaggio di due reti.

La Juventus dimostra di avere le idee sempre più chiare e la sfida contro l'Inter ha emesso un verdetto definitivo: sono ancora i bianconeri la squadra da battere. I nerazzurri guidati dal grande ex Antonio Conte hanno disputato una buona partita contro i bianconeri che hanno però dimostrato di avere una marcia in più sia a livello qualitivo della rosa che a livello tecnico. Il gol del 2-1 di Gonzalo Higuain è stato costruito con ben 24 tocchi consecutivi, sintomo di come i giocatori della Juventus stiano sempre di più assimilando i concetti di Sarri che fa del giropalla, del gioco e del predominio territoriale la sua filosifia di vita.

Questi schemi però non sono improvvivsati e sono frutto di lavoro costante e giornaliero. In un video diventato virale su Twitter si vede come i giocatori di Sarri abbiano provato lo stesso schema, alla Continassa, simile a quello che ha poi portato Higuain al gol al 24esimo tocco, quello decisivo e che ha portato i tre punti alla Juventus.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

caren

Gio, 10/10/2019 - 18:34

Le tattiche ed i movimenti che si provano in allenamento, riescono poche volte durante un campionato. Questa è stata una delle poche, e contro l'Inter, che fa quello che può. Se ogni volta riuscisse la tattica prestabilita, i giocatori sarebbero come lavoratori metalmeccanici che vanno in fabbrica a saldare lamiere. Molto dipende dalla bravura, dalla fantasia e dalle doti tecniche dei giocatori, che sanno sfruttare il momento buono per colpire.