La Juventus vince in rimonta a Brescia: 1-2 e sorpasso all'Inter

L'autorete di Chancellor e il gol di Pjanic hanno permesso alla Juventus di ribaltare il vantaggio iniziale del Brescia siglato da Donnarumma. Bianconeri a quota 13 punti e al primo posto in classifica

La Juventus di Maurizio Sarri soffre, va sotto, ma alla fine riesce a vincere sul campo del Brescia di Eugenio Corini grazie all'autorete di Chancellor e al gol di Pjanic che cancellano così l'iniziale vantaggio delle Rondinelle siglato da Donnarumma, con colpevolezza di Szczesny. Sarri ha potuto effettuare un po' di turnover facendo giocare Ramsey, Rabiot e Dybala facendo così riposare Matuidi e CR7 (non convocato perché infortunato). Discreta la prova di Balotelli che torna così a giocare in Serie A dopo tre anni e mezzo: Supermario ha dato la sensazione di poter dare tanto al Brescia in questa stagione. La Juventus ha saputo soffrire ma alla fine ha avuto la meglio contro un avversario ostico che venderà cara la pelle per tutta la stagione. I bianconeri volano così a quota 13 punti, provvisoriamente al primo posto della classifica in attesa che l'Inter giochi domani sera contro la Lazio.

Il Brescia passa subito in vantaggio al 4' con Donnarumma che riceve palla da Romulo e va al tiro di destro: male Szczesny che si fa bucare le mani da un tiro di certo non irresistibile. Rabiot si mangia il pareggio al 10' mettendola alta di sinistro e al 12' Joronen dice no al sinistro di Higuain e sgugli sviluppi del calcio d'angolo Ramsey la mette alta di testa. Dybala serve Khedira al 17' con il tiro del tedesco che termina fuori di poco.

Grande palla di Ramsey per Higuain che va al tiro: Joronen respinge ma il Pipita era in fuorigioco. Balotelli sfiora il gol su punizione al 30' ma Szczesny la smanaccia in angolo e al 38' la Juventus pareggia con l'autorete di Chancellor complice la brutta uscita di Joronen sull'angolo battuto da Dybala: il numero uno del Brescia la respinge con i pugni sulla schiena del suo difensore.

Nella ripresa Higuain si muove bene e va alla conclusione al 54': para Joronen. Un minuto dopo Rabiot colpisce a botta sicura ma Chancellor salva sulla linea. Dybala prende campo al 60' e va alla conclusione: Joronen dice no. La Juventus ripassa in vantaggio al 63' con Pjanic che ribadisce in rete una punizione calciata da Dybala e respinta dalla barriera. Minuto 74' Dybala va al tiro di sinistro: la palla sibila alla sinistra di Joronen.

Il tabellino

Brescia: Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Mateju (70' Morosini); Bisoli, Tonali, Dessena; Romulo (85' Ayè); Balotelli, A. Donnarumma (64' Matri)

Juventus: Szczesny; Danilo (19' Cuadrado), Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Rabiot; Ramsey (69' Bernardeschi); Dybala (83' Matuidi), Higuain.

Reti: 4' Donnarumma (B), 38' aut Chancellor (J), 63' Pjanic (J)

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 25/09/2019 - 00:53

Almeno quest'anno avremo un campionato di serie A più combattuto, più incerto sul vincitore. Forse..

brixia

Mer, 25/09/2019 - 17:57

c'è mancato poco...comunque sempre FORZA BRESCIA.