Kia e la sorpresa XCeed il crossover di design pronto a far innamorare

Sportivo, guida rialzata e dal prossimo anno anche ibrido. Debutta il display Supervision

Gabriele Villa

Francoforte Theodor-Heuss-Allee 11, quartier generale di Kia Motors Europa, centinaia di giornalisti, convenuti da ogni dove, in una torrida giornata d'estate che spazza via ogni refolo di aria condizionata. Ma eccola, all'improvviso, la ventata di freschezza: un velo che si alza da solo, come per magia, e scopre le forme che mancavano, quelle di un crossover coupé di segmento C, compatto quanto sensuale, sportivo, quanto ammiccante: la nuova XCeed. È raggiante Emilio Herrera, coo di Kia Motors Europe: «XCeed risponde al crescente desiderio di automobili che offrono le caratteristiche di un Suv tradizionale, ma con più emozione e dinamismo, sia in termini di aspetto sia di piacere di guida e lo fa unendo i punti di forza di una berlina compatta e di un Suv per offrire qualcosa di nuovo e di realmente differente all'esigente e raffinata clientela europea».

Tolti i veli, entriamo in intimità con questa nuova creazione della Casa coreana, ma rigorosamente prodotta nello stabilimento di Zilina, in Slovacchia: guida rialzata tipica di Suv, praticità e ampio spazio interno che non mettono all'angolo però il dinamismo: con un passo di 2,65 metri, XCeed è lunga 4,39 metri, 85 millimetri in più della Ceed cinque porte e 90 millimetri in meno di Kia Sportage.

Grintosetta, la vettura, vista lateralmente, mostra la muscolatura con il lunotto e il terzo montante ben inclinati, giusto per non lasciare dubbi sulle intenzioni dei tecnici e dei designer di Kia di conferirle una silhouette sportiva, tanto che la plastica nera dei passaruota si allunga fin sotto gli sportelli e sul paraurti, mentre per la gioia degli occhi sono previste 12 tinte esterne, tra cui l'inedita Quantum Yellow (quella apparsa da sotto i veli).

Che non ci sfugga la novità di bordo: su XCeed debutta, infatti, il display digitale «Supervision» opzionale da 12,3 pollici, con risoluzione 1920x720 pixel e grafica personalizzata e uno schermo a sfioramento di 10,25 pollici per il nuovo sistema multimediale Uvo, che collega non solo il guidatore ma anche i passeggeri al Cloud, fornendo informazioni preziose e in tempo reale (anche con lo smartphone) su traffico, meteo, disponibilità di parcheggi e dislocazione dei punti di interesse, dato che è dotato di una scheda Sim per navigare su Internet. Preceduta da un «Summer tour» di presentazione in alcune delle più note località vacanziere italiane, al lancio Kia XCeed sarà disponibile nelle versioni benzina 1.0 T-GDi da 120 cv e 172 Nm di coppia, 1.4 T-GDi da 140 cv e 272 Nm e 1.6 T-GDi da 204 cv e 265 Nm; e in quelle diesel 1.6 Smartstream da 115 o 136 cv. Tutti i propulsori, tranne l'1.0 T-GDi, vengono proposti sia con cambio manuale a 6 marce sia con l'automatico a 7 marce e doppia frizione. Nel 2020 verranno introdotte le versioni mild hybrid 48V e plug-in hybrid. I prezzi? Da 24mila a 30mila euro a seconda delle versioni. Sarà in vendita a ottobre, subito dopo il Salone di Francoforte.

Come dire che, a volte, si torna non solo sul luogo del delitto, ma anche su quello di un magico «reveal», destinato a lasciare il segno.