L'attacco di Lorenzo: "I piloti italiani hanno fatto passare Rossi"

Intervistato da Cuatro, Jorge Lorenzo torna a parlare di Valentino Rossi: "Se siamo nemici? No, siamo rivali. Non ho nemici in questa vita. Marquez? E' un pilota incredibile, mi piacerebbe correre con lui nella stessa squadra, maio e Rossi formiamo una grande squadra". Poi l'attacco ai piloti italiani

Intervistato da Cuatro, Jorge Lorenzo torna a parlare di Valentino Rossi: "Se siamo nemici? No, siamo rivali. Non ho nemici in questa vita. Marquez? E' un pilota incredibile, mi piacerebbe correre con lui nella stessa squadra, maio e Rossi formiamo una grande squadra", le parole dello spagnolo. "Capisco la frustrazione di Rossi per aver perso il mondiale, ma avrà questo mese per riflettere".

Lorenzo è tornato ad analizzare il contatto, a Sepang (Malesia) tra Rossi e Marquez: "Queste immagini non devono ripetersi in un circuito del motociclismo. Si poteva evitare questo contatto. Non credo che Rossi volesse farlo cadere, ma voleva farlo uscire dalla pista. Però, è chiaro che Rossi allarga la gamba. Se è una sanzione giusta? Avevo già risposto a Sepang. A un altro pilota lo avrebbero fatto rientrare ai box. In generale, questa storia non mi è piaciuta. Il mio pollice basso sul podio? Un gesto di disapprovazione. Ho chiesto perdono per questo gesto antisportivo perché non rappresenta il valore del mio sport". E sul biscotto aggiunge: "Solo in Italia si è parlato di questo, credono alla versione di Rossi. Proprio loro che lo hanno fatto passare. Anche in Spagna lui ha tantissimi tifosi e non cambieranno idea. Marquez e Pedrosa hanno lottato e dato tutto, siamo andati a un ritmo bestiale".

Commenti
Ritratto di depil

depil

Sab, 14/11/2015 - 07:23

Rossi ritirati e mangiati il biscotto che hai preparato con quelli della Ducati, è un poco amaro perchè mal riuscito ma te ne farai una ragione anche perchè il mondo intero ti ride dietro