La Lazio non si ferma più: adesso vede la Champions

Terzo successo consecutivo per i biancocelesti: contro il Sassuolo decidono le reti di Felipe Anderson, Klose e Parolo

Prova di maturità della Lazio che al Mapei Stadium di Reggio Emilia supera 3-0 il Sassuolo conquistando la terza vittoria consecutiva, un risultato importante per proseguire la rincorsa alle posizioni alte della classifica. A sbloccare la sfida Felipe Anderson allo scadere del primo tempo, nella ripresa i biancocelesti dilagano con Klose e Parolo. In classifica la formazione capitolina sale a 43 punti, fermo a 29 il Sassuolo.

Il primo acuto è della squadra ospite al 7’ quando Mauri pesca Keita che tutto solo in mezzo all’area prova la conclusione di destro che viene malamente sprecata. Passano cinque minuti e i neroverdi rispondono con Zaza, l’attaccante scatta sulla destra e da posizione defilata va alla conclusione ma Marchetti gli dice di non con un intervento di piede. Ancora Keita, il giovane senegalese riesce a rubare il tempo al suo marcatore Bianco su un lancio lungo di un compagno di squadra, il tiro a botta sicura viene neutralizzato dalla provvidenziale uscita di Consigli. Cresce la pressione della squadra di Pioli, al 31’ è ancora Keita a rendersi pericoloso: lancio lungo per l’attaccante biancoceleste che controlla al limite, entra in area e conclude ma la sfera termina sull’esterno della rete. Al 41’ proteste biancocelesti per un presunto rigore di Consigli che frana sui piedi di Keita ma l’arbitro punisce per simulazione l’attaccante con un giallo. Allo scadere la Lazio passa meritatamente in vantaggio con Felipe Anderson, il brasiliano raccoglie al limite una corta respinta della difesa e con un tiro a giro di destro pesca l’incrocio dei pali, per il numero 7 si tratta della sesta marcatura in stagione. Inserimento di testa al 47’ di Parolo su cross teso in area ma la conclusione dell’ex Parma è troppo centrale per impensierire Consigli. Al 53’ grande opportunità per pareggiare i conti del Sassuolo, Sansone di tacco smarca l’accorrente Zaza ma il tiro dall’altezza del dischetto viene parato da Marchetti. La Lazio raddoppia con Keita ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Al quarto d’ora punizione velenosa di Biglia dal limite che sibila sopra la traversa. Al 66’ grande occasione per Klose, il tedesco in scivolata non riesce a deviare in porta un cross teso dalla destra di Felipe Anderson. Azione in fotocopia un minuto più tardi e occasione ancora sfumata. Al terzo tentativo, minuto 70’, il cross del brasiliano trova l’inzuccata di Klose che infila Consigli per il 2-0. Al 66’ la partita è virtualmente chiusa, su una punizione di Biglia una carambola in area favorisce Parolo che difende palla in area e infila a due passi dalla porta Consigli per il 3-0 finale. C’è ancora tempo per una azione di Felipe Anderson ma il brasiliano spreca la palla che gli sarebbe valsa la doppietta.