Ligue 1, gli ultras del Bastia aggrediscono i giocatori del Lione: partita sospesa

L'arbitro Delerue ha dovuto interrompere il match tra Bastia e Lione per via dell'aggressione dei tifosi di casa ai calciatori della squadra ospite

Il Lione, nel giro di tre giorni, ha dovuto subire due aggressioni molto gravi: la prima da parte dei tifosi del Besiktas, in Europa League, con il match che è iniziato con un'ora di ritardo e ieri in campionato contro il Bastia. Allo stadio Armand Cesari di Bastia, il Lione è stato attaccato in campo dagli ultras della squadra di casa mentre completava il riscaldamento prima della sfida valevole per la 33esima giornata in Ligue 1.

Il Lione, fortunamente, è riuscito a rientrare negli spogliatoi senza conseguenze ma sia il Presidente del club, Jean-Michel Aulas e l'allenatore Bruno Genesio, allibiti e arrabbiati, hanno affermato: "Bisogna fermarsi. Non stiamo andando in guerra!". Il match è iniziato con un'ora di ritardo ma alla fine del primo tempo, sul risultato di 0-0, il portiere del Lione Lopes è stato attaccato da un tifoso del Bastia: il numero uno ospite ha spinto via l'ultrà in questione scatenando un putiferio. Le autorità di pubblica sicurezza hanno subito deciso di sospendere il match e sarà aperte un'inchiesta su questo triste e scabroso avvenimento.