L'Inter passa in casa del Chievo: 1-2 e zona Champions sempre nel mirino

Le reti di Icardi e Perisic hanno permesso all'Inter di espugnare per 2-1 il campo del Chievo Verona di Maran che resta fermo a quota 31 punti. Nerazzurri quinti a quota 66

L'Inter di Luciano Spalletti fa in pieno il suo dovere, con il brivido nel finale, vince 2-1 sul campo del Chievo Verona di Rolando Maran e resta incollata a Roma e Lazio vittoriose rispettivamente contro la Spal, per 3-0, e contro la Sampdoria per 4-0. I gol della vittoria, entrambi nella ripresa, portano la firma dei soliti noti, ovvero Mauro Icardi e Ivan Perisic. La partita per i nerazzurri è stata complicata, anche per via del caldo, nel primo tempo, più in discesa nella ripresa dove l'hanno sbloccata grazie al loro capitano su assist di D'Ambrosio. Decisivo l'intervento del Var a evidenziare come il terzino dell'Inter non fosse in fuorigioco al momento del tiro di Brozovic che ha impegnato Sorrentino alla respinta. Bella la seconda rete della squadra di Spalletti che è andata al gol con quattro tocchi tutti di prima. Inutile per i clivensi la rete di Stepinski al 90' con Tomovic che al 95' si è divorato il gol del 2-2. Con questo successo i nerazzurri salgono a quota 66 punti, a meno uno da Roma e Lazio, mentre il Chievo resta fermo a quota 31 punti e rischia seriamente la retrocessione.

L'Inter nel primo tempo prova a partire forte ma il Chievo Verona dà subito la sensazione di essere in partita. Minuto 13' Pucciarelli colpisce un palo clamoroso e sul ribaltamento di fronte Perisic si mangia il gol del vantaggio. Al 16' è Giaccherini a mettere paura ad Handanovic mentre per i nerazzurri è Karamoh a fare la barba al palo con un bel tiro. Brozovic prova il gol direttamente da calcio d'angolo al 27' mentre al 45' Pucciarelli in contropiede impegna ancora Handanovic alla parata. Nella ripresa il Chievo si fa pericoloso al 48' con Inglese che manca il colpo di testa mentre al 50' Brozovic impegna Sorrentino. Al 51' l'Inter va in gol con Icardi su assist di D'Ambrosio. Perisic e Brozovic al 57' e al 59' seminano il panico nell'area di rigore del Chievo e al 61' i nerazzurri raddoppiano con Perisic: tutto nasce da Karamoh che la mette in mezzo per Rafinha che la tocca morbida per il croato che la tocca morbida e fa 2-0. Il Chievo ha un moto d'orgoglio e ci prova con Rigoni al 74': ma il suo tiro viene deviato in angolo. Rafinha al 78' spara in porta con il sinistro ma Sorrentino la devia in angolo. Al 90' il Chievo accorcia le distanze con Stepinski su assist di Castro e al 95' Tomovic per poco non pareggia.