L'Inter saluta la Champions: la Sampdoria beffa i nerazzurri al Meazza

La Sampdoria vince per 2-1, in rimonta, sul campo dell'Inter grazie alle reti di Schick e Quagliarella che hanno rimontato l'iniziale vantaggio di D'Ambrosio

L'Inter di Stefano Pioli dice definitivamente addio alla possibilità di poter arrivare in Champions League. I nerazzurri sono caduti malamente contro la Sampdoria di Marco Giampaolo che si è imposta per 2-1 al Meazza. Dopo l'iniziale vantaggio di D'Ambrosio ci hanno pensato Schick e Quagliarella, su rigore, a regalare la vittoria alla Doria che con questo successo sale a quota 44. L'Inter, invece, resta a quota 55, a meno 5 dalla Lazio quarta, ma soprattutto a meno 9 dal Napoli terzo. Ora per la squadra di Pioli resta solo un obiettivo: centrare l'Europa League.

L'Inter parte aggressiva nel primo tempo e al 9 minuto Candreva si divora il vantaggio: Perisic fugge a sinistra e la serve dietro per Banega che batte a rete di prima intenzione trovando la respinta di Viviano: sulla ribattuta Candreva la mette a lato malamente. Minuto 20' ci prova Brozovic dalla distanza: palla alta. Minuto 25' tiro improvviso di Quagliarella: palo della Sampdoria. Minuto 27 gran palla di Candreva per Icardi: il capitano la mette fuori di poco di testa. Minuto 35' ecco il vantaggio dell'Inter con D'Ambrosio che raccoglie il cross di Banega: nella circostanza è decisiva la deviazione di Bereszynski che spiazza il proprio portiere. Minuto 46' tran tiro di Bruno Fernandes che colpisce un palo clamoroso: sulla ribattuta Schick grazia i nerazzurri.

Nella ripresa la Sampdoria va subito in vantaggio al 50' con Schick che da pochi passi la mette dentro raccogliendo un perentorio colpo di testa da parte di Silvestre. Minuto 61' cross di Candreva per Perisic che incorna alla grande: strepitoso intervento di Viviano sulla linea di porta. Minuto 62' risponde Quagliarella: para Handanovic di piedi. Minuto 69' tiro di Eder: para ancora Viviano. Minuto 72' gran palla tesa di Candreva per Icardi che la mette alta da pochi passi. Minuto 84' fallo di mano di Brozovic, l'arbitro concede il rigore: dal dischetto Quagliarella fa secco Handanovic. Dopo 3 minuti di recupero Celi fischia la fine: finisce 2-1 al Meazza.