L'Italia delle beffe vede la catastrofe

Che sfortuna: un autogol e palo di Darmian. Ko da ribaltare a S. Siro o addio al Mondiale

nostro inviato a Stoccolma

Il Mondiale per l'Italia resta lontano, tanto che le nubi di una bocciatura iniziano a ad affacciarsi minacciose in casa azzurra. Il ko di misura della Friends Arena sarà ancora recuperabile tra due giorni a San Siro vincendo con due gol di scarto e con un canovaccio della gara che dovrà essere molto diverso, ma la nuova prova incolore dell'Italia non lascia tranquilli. Nemmeno con i senatori in campo e un modulo più a misura dei giocatori non si sono visti i passi avanti auspicati. Servivano cuore, orgoglio e concretezza (leggi il gol auspicato da Ventura alla vigilia). Invece, stretta nella morsa dei coriacei svedesi, sospinti dai 50mila presenti nell'impianto di Solna che applaude a lungo i suoi al fischio finale, l'Italia ha mostrato solo sprazzi di pericolosità che hanno avuto l'apice nel palo di Darmian e nel colpo di testa impreciso di Belotti agli albori del match. E non è servito nemmeno l'assalto, sterile per la verità, operato nel finale con il 4-2-4 una volta inseriti Insigne ed Eder. La fisicità dei padroni di casa, che sul piano della tecnica non hanno certo dei fenomeni, ha fatto la differenza anche perché gli azzurri sono apparsi spesso in soggezione senza mai riuscire a cambiare l'inerzia di una gara vissuta a lungo in apnea.

Saranno due giorni di fuoco quelli che la Nazionale trascorrerà nel buen ritiro di Appiano Gentile (il quartier generale dell'Inter). Ventura dovrà studiare tutte le mosse per mandare in gol la squadra (un problema grave, appena tre le reti da Madrid a Stoccolma, la fase discendente della truppa), ma soprattutto dovrà costruire uno spirito combattivo che ieri ha latitato in una partita che è stata una battaglia di colpi anche proibiti. È mancato ancora Verratti, che nell'Italia non riesce proprio a mostrare le sue qualità e che con il giallo salterà la gara di ritorno a Milano. Sono mancate le punte (spesso troppo vicine come posizione) e ora Ventura deve sperare nel recupero in extremis di Zaza o magari proverà a schierare l'Eder più decisivo dalla panchina (non ieri, per la verità) che da titolare.

La gomitata di Toivonen a Bonucci nel primo contrasto in area del match lascia già intendere il copione della gara. Naso rotto per Bonucci che resta in campo, «andava espulso», ha detto il milanista. La Svezia fa quello che ha studiato: pressing e grande fisicità. Il primo tempo di un già difficilissimo playoff diventa una sofferenza per la truppa di Ventura: padroni di casa al tiro almeno quattro volte, tre con Forsberg (l'elemento di maggior talento tecnico) e una, la più pericolosa, con il già citato attaccante del Tolosa. Ibrahimovic non c'è più, applaude i suoi dalla tribuna, Berg e Toivonen sono tecnicamente meno validi ma affrontano di fisico la Bbc azzurra che rischia di riportare qualche ammaccatura di troppo. L'Italia arriva alla conclusione solo con Belotti e l'86 per cento dei contrasti vinti dalla Svezia nella prima mezz'ora danno l'idea di che partita sta andando in scena, tanto che i nostri centrocampisti portano troppo palla e finiscono per vedere chiusi preventivamente gli spazi dagli avversari. La Friends Arena diventa un catino, il campo gibboso non aiuta, i rari fischi di Cakir nemmeno, tanto che Bonucci, Chiellini e De Rossi ricevono colpi duri senza che l'arbitro turco intervenga con sanzioni. Una gara con tanti contatti fisici fa il gioco degli svedesi e non basta un confortante inizio di secondo tempo degli azzurri. La Svezia insiste e su una chiusura in fallo laterale di Chiellini, arriva il vantaggio della truppa scandinava: il pallone indirizzato in porta da Johansson (appena entrato per l'acciaccato Ekdal) dopo il tocco di testa di Toivonen viene intercettato involontariamente da De Rossi e finisce in rete. Darmian colpirà il palo nella reazione, più di pancia che organizzata, dei nostri, ma il risultato non cambierà. Festa alla Friends Arena, scoramento dei nostri. A Milano, se vogliamo volare in Russia, servirà un'altra Italia. Ma saremo in grado di mostrarla?

Commenti

MgK457

Sab, 11/11/2017 - 10:50

Ventura con te è proprio stata un' avVentura, VAI VIA.

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 11/11/2017 - 10:56

Più che Ventura è una Sventura pert l'Italia calcistica, mandarlo a casa ancora oggi

mariod6

Sab, 11/11/2017 - 11:37

Penosa partita, penosi giocatori, penoso CT. Peggio di così non poteva essere. Troppi soldi in ballo per pensare al gioco.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 11/11/2017 - 11:59

e pensare che valutano Verratti e Belotti 100 milioni, ieri sera hanno dimostrato di valere poco o niente. La verità è che siamo molto scarsi e questa è la nazionale peggiore degli ultimi 20 anni.

Oraculus

Sab, 11/11/2017 - 12:39

La mia critica??...abbiamo una squadra di...BROCCHI!! , per l'esagerata importazione di giocatori stranieri , altri brocchi che pero' giganteggiano sui nostri , dunque allora e' dal vivaio dei nostri giovani che bisogna rivolgersi per avere i migliori e farli giocare come vere risorse naturali del calcio italiano...il gioco del calcio e' ormai il momento che sia veramente l'espressione di giocatori della stessa nazionalita' , al massimo 1/2 non italiani...solo cosi' ce ne possiamo uscire da questo disastro...altro che Ventura...con dei BROCCHI non si va da nessuna , parte , ognuno di quei undici visti ieri sera e in tutte le ultime altre partite facciamo solo...pieta'!!....

Jesse_James

Sab, 11/11/2017 - 13:00

Contro questa Svezia si poteva e si doveva fare di più. Una delle peggiori Svezie che mi ricordi. Carenti sotto l'aspetto tecnico e tattico, con piedi non proprio vellutati e capaci solo di menare legnate. Riguardo l'Italia, convocazioni sbagliate, giocatori schierati fuori ruolo e quelli più in forma (El Sharaawy e Insigne) fuori dell'undici titolare. D'altronde, da Ventura non ci può aspettare di più avendo un pedigree pressoché inesistente. L'errore è stato ingaggiarlo. Stò quasi rimpiangendo Donadoni del biennio 2006-2008.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 11/11/2017 - 13:07

L'Italia delle beffe vede la catastrofe...come farete a vivere se la squadra sarà eliminata dai mondiali??mahhhh

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 11/11/2017 - 13:13

-----storia di un fallimento annunciato----questa nazionale non è molto diversa negli uomini da quella di conte --eppure conte era riuscito a dare un'anima alla squadra ed a portarla abbastanza in alto negli europei 2016 ---strapazzando la spagna e perdendo ai rigori coi tedeschi---ma conte voleva di più --molto di più---aumentare enormemente gli stages della nazionale per imprimere a fuoco un'idea di gioco---non è stato accontentato --i club hanno mugugnato---lui costretto a mollare --e ventura a fare la testa di legno e lo yesman--spero vivamente che l'italy non si qualifichi--occorre uno scossone che faccia tremare la federazione dalle fondamenta---solo così si sveglieranno ed opteranno per un allenatore serio e delle condizioni di allenamento serie--il ct deve fare l'allenatore non il selezionatore---

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 11/11/2017 - 13:17

Di solito le prestazioni sportive ,anche il calcio non fa differenza,rispecchiano lo stato di un paese .Ogni riferimento è voluto!

piazzapulita52

Sab, 11/11/2017 - 13:23

La nazionale italiana esisteva una volta quando esisteva la nazione Italia! Ma adesso l'Italia, invasa dagli africani, non esiste più. E la disfatta della nazionale di calcio italiana rispecchia la disfatta di una nazione e del suo popolo! E per questo un "grazie" di cuore è doveroso per i TRADITORI DELLA PATRIA che sono stati la causa di questo disastro!!!

giottin

Sab, 11/11/2017 - 14:10

L'unica soluzione è quella che perdano anche a Milano, almeno si mettono il cuore in pace per i prossimi 5 anni, ahahahahah...

Ernestinho

Sab, 11/11/2017 - 14:10

Una Nazionale ridicola, senza gioco, come da anni non si vedeva. Meno male che "verratti" al ritorno non giocherà: non riesco a capire come un giocatore così mediocre, più degli altri, possa giocare in Nazionale!

leopard73

Sab, 11/11/2017 - 14:31

Speriamo perda anche la prossima così stanno tutti a casa e non sentiamo più certa gente che sul pallone si illumina a suon di milioni!!!

donald2017

Sab, 11/11/2017 - 14:38

ma cosa volete, abbiamo il campionato più scarso d'europa e la nazionale è una logica conseguenza. F O R Z A S V E Z I A , la nazionale italiana al massimo puiò partecipare al mondiale x alcolizzati o tossici (qualche possibilità in più di uscire vittoriosa ce l'ha)

tangarone

Sab, 11/11/2017 - 15:03

Troppo viziati, troppo impegnati a partecipare a feste e serate mondane, a curare il loro discutibile look del C per pensare ad allenarsi e fare vita d'atleta come tanti altri sport.

Ritratto di antovitt

antovitt

Sab, 11/11/2017 - 15:28

Non credo che si tratti di beffe o sfortuna ! Non esistono più calciatori di alto livello . I migliori sono sulla via del tramonto e inoltre Ventura é solo allenatore di squadre da mezza classifica in serie A o di serie B !!!Credo di conoscere il calcio , dopo essere stato campione italiano junores: ci vorrano anni prima di trovare un nuovo assetto a livelo Federazione e Nazionale . Rimpiazzare i Pirlo - Del Piero e Totti non arriverà nell'immediato: troppi sono i calciatori mediocri e un allenatore non all'altezza per guidare una Nazionale 4 volte Campione del Mondo!!

massmil

Sab, 11/11/2017 - 15:55

Non parlerei di sfortuna, non abbiamo preso 3 pali, una traversa, 4 parate superlative del loro portiere, per chiamare in causa la cattiva sorte. La verità è che abbiamo un allenatore, che credo per raccomandazioni o cose simili è arrivato alla nazionale e tanti palloni super gonfiati (sopratutto dai giornali sportivi) che giocano nella nostra squadra.

Libero 38

Sab, 11/11/2017 - 16:10

Ammesso ch'e'una nazionale di scarponi allenata da uno che non potrebbe allenare neanche una squadra parrocchiale,il bello e' che si vantano di avere giocatori come bellotti e veratti che valgono 100 milioni di euro,ma ieri ancora una volta hanno dimostrato di valere non piu' di un milione di euro.

beowulfagate

Sab, 11/11/2017 - 16:28

Piano con certi commenti.Manca una partita e potreste rimangiarvi le parole.E poi non voglio che un esponente delle truppe d'occupazione si permetta di parlare della nazionale del mio paese.Quindi:el kid,datti fuoco.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 11/11/2017 - 17:29

Nazionale degna di un paese fallito, di un popolo di vigliacchi senza dignita, dove il peggio è sempre messo a comandare. E anche se la sfangano, speriamo che io me la cavo, al mondiale ci spazzano via.

giottin

Sab, 11/11/2017 - 17:46

Questa è l'unica volta che mi trovo d'accordo con il musulmano elkid e con tangarone che al suo commento aggiungo, "anche la pubblicità". p.s. state pure certi che a fine anno belotti non se lo compra più nessuno, in una dozzina di partite ha segnato 2 o 3 gol e il toro vorrebbe 100 milioni? Andate a scopare foglie nei viali che adesso non mancano.

nordcorea

Sab, 11/11/2017 - 18:08

CHIAMARE BALOTTELLI D'URGENZA. SE servito bene sulla testa ,almeno uno o due li mette!!;;;.. Sicuro,altro che Belotti...... P;S;=(anche qui a NIZZA é criticato per il suo carattere, ma ,intanto,tante volte é decisivo per i 3 punti)pass.parola.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 11/11/2017 - 18:12

Speriamo perda anche il prossimo incontro, così almeno non ci romperanno le p@@le con il calcio!

sparviero51

Sab, 11/11/2017 - 18:17

MEGLIO ESSERE ESCLUSI CHE VEDERE QUESTA AGONIA . FORSE FAREBBE BENE ANCHE A QUALCHE MILIONE DI CEREBROLESI CHE VEDREBBERO FINALMENTE I VERI PROBLEMI DEL PAESE . IL CALCIO È L'OPPIO DEI POPOLI SOTTOSVILUPPATI !!!