L'ombra del calcioscommesse sulla Europa League

Calcio sempre più malato. Anche l'Europa League sembra preda del calcioscommesse

L'ombra del calcioscommesse sulla Europa League

Un allarme in tal senso era già stato reso pubblico davanti ai componenti dell'organo rappresentativo dell'Unione Europea, ovvero il Parlamento di Strasburgo, ma oggi è stato il secondo quotidiano italiano a tornare ad occuparsi ancora di calcioscommesse, uno dei problemi che affliggono lo sport più amato dagli italiani e non solo.

Su "La Repubblica" ha, infattim trovato spazio la denuncia di uno dei massimi dirigenti delle società che gestiscono le scommesse sportive. Francesco Baranca, che ricopre l'importante posizione di "segretario generale" all'interno della Federbet, analizzando i dati delle giocate sui terminali e lo sviluppo delle partite connesse a tali giocate, si è reso conto dell'esistenza di una sorta di schema che si ripete e che potrebbe quindi essere tutt'altro che casuale. Ma quale sarebbe questo schema? Eccolo qui di seguito.

Il risultato rimane in uno stato di perfetta parità, a reti bianche, per un periodo molto lungo, portando così ad un alzarsi delle quote dell'over e ad una serie di giocate da centinaia di migliaia di euro proprio, guarda caso, sull'"over". A questo punto, dopo questo flusso di scommesse, in campo cominciano puntualmente a piovere goal a grappoli. Il dirigente ha portato come esempio alcune partite di Europa League, dove da un risultato di 0 a 0 o 2 a 0 si è passati, nel giro di 45 minuti o a volte anche meno, a risultati di 5 a 0. Senza dubbio quanto notato da Baranca sarà presto al vaglio degli inquirenti, ma quel che è certo è che chi pensava che il calcioscommesse fosse ormai un fenomeno sconfitto e consegnato agli archivi, dovrà probabilmente ricredersi.