Lutto nel mondo del calcio: muore Stefano Borgonovo, simbolo della lotta alla sla

Nato il 17 marzo 1964, l’ex calciatore era da tempo malato di Sla. Il club rossonero: "Anche nella malattia sei stato grande"

Il saluto di Franco Baresi a Stefano Borgonovo

Lutto nel mondo del calcio. È morto oggi all’età di 49 anni Stefano Borgonovo. "Voleremo sempre con te sotto la pioggia di Monaco di Baviera - è l'addio del club rossonero - anche nella malattia sei stato grande". Nato il 17 marzo 1964, l’ex calciatore di Como, Milan, Fiorentina, Pescara, Udinese e Brescia era da tempo malato di Sla. E, proprio per ricordare questo grande centravanti, questa sera gli Azzurri giocheranno con il lutto al braccio nella semifinale della Confederations Cup contro la Spagna.

"Una malattia di merda...". Sibila rabbia e dolore Massimo Mauro alla notizia della morte dell'ex compagno di attacco di Roberto Baggio. "Povero Stefano, hai finito di soffrire", ha commentato Mauro che ha contribuito alla crescita della fondazione Borgonovo contro la Sclerosi laterale amiotrofica, malattia che ha colpito tanti colleghi calciatori. "Ci lascia una persona che negli ultimi anni ha regalato a tutti noi lezioni di vita da non dimenticare - ha commentato Rino Gattuso - i suoi insegnamenti continueranno però a vivere attraverso la sua fondazione, che continuerà ad impegnarsi per rendere migliori le condizioni delle persone affette da questa malattia". Per raccogliere fondi l’8 ottobre 2008 allo stadio Artemio Franchi di Firenze, Fiorentina e Milan erano scese in campo per una amichevole dedicata allo sfortunato giocatore. L’anno dopo allo stadio Luigi Ferraris di Genova, gli sportivi genovesi di Genoa e Sampdoria si affrontarono in una partita a scopo di beneficienza, "Uniti contro la Sla", sempre per raccogliere fondi. Dopo qualche anno dall’addio al calcio giocato, aveva intrapreso la carriera di allenatore con le giovanili del Como, ma già nel 2005 i problemi di salute lo avevano costretto ad abbandonare.

Commenti

Nadia Vouch

Gio, 27/06/2013 - 20:06

Addio, ad una persona carissima. E grazie per essere stato tra noi, sempre con infinito coraggio. Condoglianze ai familiari.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 27/06/2013 - 20:58

ha finito di soffrire, possa riposare in pace

Massimo Bocci

Gio, 27/06/2013 - 21:56

Condoglianze alla famiglia di questo sfortunato atleta, che ha onorato tutte le maglia indossate, che da malato ha cercato di sensibilizzare l'opignone pubblica sulla sua terribile malattia, grande onore all'uomo, all'Italiano e all'atleta che riposi in pace, sarà sempre un esempio positivo del nostro quotidiano TRIBOLARE.

antonio11964

Gio, 27/06/2013 - 22:17

Non hai militato mai nella mia grande Juventus....ma sei stato e sei un grande giocatore e sopratutto un grandissimo UOMO. Ciao Borgo...riposa in pace.