Raiola: "Il calcio in Italia è morto"

Il procuratore: "Balotelli è disperato. Vergognoso attacco". E Mario va in disco

Mario Balotelli in discoteca a Erbusco con gli amici

Sono in tanti a chiedersi se Mario Balotelli nelle undici ore di volo da Rio de Janeiro a Malpensa abbia davvero pensato ai propri errori mondiali. Una cosa è certa: il suo stato d'animo non è dei migliori, almeno secondo quanto ha dichiarato il procuratore Mino Raiola: «È disperato. È stato davvero vergognoso prendersela soltanto con lui». Per poi rincarare la dose: «Questa sì che è mancanza di equilibrio, specchio di un Paese in cui il calcio è morto. L'idea tattica di Cesare Prandelli era perdente», ha continuato. L'agente se l'è presa anche con la Figc, che non avrebbe tutelato il giocatore, mentre Adriano Galliani è stato il solo a difenderlo all'indomani dell'eliminazione mondiale rimediata contro l'Uruguay nella piovosa Natal.
Atterrato a Malpensa con il resto della spedizione azzurra, Balotelli ha lasciato l'aeroporto a bordo di un minivan nero con le sue inseparabili cuffie, un cappello da baseball e la sua amata Fanny. L'attaccante ha fatto ritorno a casa, a Brescia, e per archiviare del tutto delusioni e polemiche ha passato una serata in discoteca con gli amici alla ricerca del relax perduto in Sud America. Anche in questa occasione, Super Mario ha sfoggiato la sua cresta bionda, nuovo look da quando ha salutato il mondiale brasiliano. Una delle tante scelte fatte subito dopo l'eliminazione non gradite dallo spogliatoio azzurro. Inoltre, nelle ultime ore è nato anche un giallo sulle scuse fatte da Balo al ct dimissionario Cesare Prandelli durante il volo di rientro in Italia. Notizia smentita da Raiola stesso che ha poi anche minacciato di riportare all'estero il proprio assistito se non dovesse cambiare l'atmosfera nei suoi confronti. E tutto questo potrebbe succedere nelle prossime settimane. Nonostante le smentite di Arsene Wenger, dall'Inghilterra continuano a vociferare di una presunta offerta pronta dell'Arsenal per l'attaccante del Milan: 37 milioni di euro. Una cifra che il Milan non può assolutamente rifiutare. Una parte sarebbe reinvestita per portare Iturbe in rossonero, cercando di vincere la concorrenza della Juventus. L'incontro di oggi tra Galliani e l'entourage dell'argentino va verso questa direzione. In attesa che i soldi inglesi arrivino davvero. Poi, ci penserà l'Arsenal a tenere a bada le stravaganze di Balotelli. L'ennesimo tentativo per salvare un talento...

Commenti

mastra.20

Sab, 28/06/2014 - 10:40

Il calcio è morto da quando sono in giro personaggi come lui,e l'unico problema che hanno i loro assistiti è quello di divertirsi mai quello di sudarseli o almeno impegnarsi.

scala A int. 7

Sab, 28/06/2014 - 10:43

Spero proprio che con la nazionale abbia chiuso , lo dico anche nel suo interesse perche' e' Troppo Immaturo e inaffidabile e se sbagliare per i colori di un club e' un conto , per i colori di una nazione ne e' un altro ; mi dispiace cmq che gli stiano buttando la croce addosso laddove l' errore principale lo commise Prandelli nella gara col Costarica

Gianca59

Sab, 28/06/2014 - 11:10

Povero Balotelli. Rimanesse in Italia ogni tanto si parlerebbe di qualcosa di buono che riesce a cambinare. Andando all' estero se ne parlerebbe solo per la cazzate, tante, che fa…..

Ritratto di guga

guga

Sab, 28/06/2014 - 11:33

.... si vede che è MOOLTO disperato, e Raiola... se muore il calcio lui che fa? Trovategli un posto di zappatore nelle campagne di Puglia, al posto di qualche immigrato

Atlantico

Sab, 28/06/2014 - 11:49

37 milioni di euro ? E se avesse fatto un buon Mondiale quanto valeva, più di Messi o Cristiano Ronaldo ? Ahahahahahahah In tempi di calciomercato se ne sentono di ogni ma una ca77ata come questa fa davvero storia !

mastra.20

Sab, 28/06/2014 - 11:59

un presuntuoso che pensa di vincere le partite da solo e il risultato è questo.

Ritratto di vinfer

vinfer

Sab, 28/06/2014 - 12:18

E se lo riporti pure all'estero il sig. Raiola. Se per un Papa si dice che morto uno se ne fa un altro figuriamoci per un tira calci ad un pallone. Ciò che importa per il Raiola non è difendere Balotelli e venirci a dire che era amareggiato ma per favore)ma le sue tasche che potrebbero languire.....

Ritratto di vinfer

vinfer

Sab, 28/06/2014 - 12:18

E se lo riporti pure all'estero il sig. Raiola. Se per un Papa si dice che morto uno se ne fa un altro figuriamoci per un tira calci ad un pallone. Ciò che importa per il Raiola non è difendere Balotelli, e venirci a dire che era amareggiato (ma per favore) ma le sue tasche che potrebbero languire.....

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 28/06/2014 - 13:43

Parassiti, hanno ancora il coraggio di sentenziare. Il male del calcio sono questi individui !!!!

lorenzovan

Sab, 28/06/2014 - 14:15

seil calcio e' morto e' anche grzie a procuratori come lui..interessati solo a iempirsi le tasche..con ripetuti trasferimenti e quasi mai al vero interesse del giocatore... troppe ne ha fatte Raiola nel nostro campionato per potersi permettere di criticare..e il nostro campionato l'ha fatto uno dei procuratori piu' ricchi d'europa...alla faccia delle sue criytiche e del nostro tifo mal riposto

Cobra71

Sab, 28/06/2014 - 15:10

Raiola vai a zappare la terra insieme al tuo amichetto Balotelli!