Il Manchester City punisce severamente l'Atalanta: finisce 5-1 all'Etihad

La tripletta di Sterling e la doppietta di Aguero hanno mandato al tappeto l'Atalanta passata in vantaggio grazie a Malinovskyi. Nerazzurri ancora a quota 0 punti in Champions League

L'Atalanta di Gian Piero Gasperini se la prova a giocare, più o meno, alla pari contro il Manchester City di Pep Guardiola, tiene testa ai campioni d'Inghilterra in carica per oltre mezz'ora, passa in vantaggio grazie al rigore trasformato da Malinovskyi, ma poi subisce il ritorno veemente di una squadra troppo superiore per i nerazzurri. Il 5-1 finale in favore del City è pesante con Aguero e Sterling scatenati e mattori di un incontro che dopo il 34' è diventato a senso unico, con l'argentino autore di una doppietta e l'inglese autore di una tripletta che proietta il City a punteggio pieno a quota 9 punti, Shakhtar Donetsk e Dinamo Zagabria a quota 4, Atalanta ultima a quota 0 e che rischia di veder volare via anche la chance di poter approdare in Europa League ma ancora la matematica non condanna la Dea.

L'Atalanta prova a giocarsela fin da subito senza alcun timore contro il Manchester City e regge nei primi 20 minuti di gioco. Aguero al 23' chiama alla parata Gollini che ci arriva con la punta delle dita e un minuto dopo, sempre l'argentino, questa volta spreca un'ottima chance da pochi passi sulla grande azione di Foden. Fernandinho ferma Ilicic al limite dell'area di rigore e per l'arbitro è penalty. Dal dischetto Malinovskyi è freddo e batte Ederson. Il vantaggio dura solo sei minuti con Aguero che al 34' la pareggia su servizio di Sterling: il Kun anticipa Djimsiti e fredda Gollini. Passano altri 3 minuti e Masiello atterra Sterlin in area di rigore: dal dischetto Aguero batte ancora Gollini.

Nella ripresa de Bruyne impensierisce Gollini, al 54', che si distende e mette la sfera in angolo. Quattro minuti dopo il City cala il tris con Raheem Sterling che riceva palla da Foden, al termine di una grande azione degli inglesi, e non perdona il giovane portiere nerazzurro. Ancora Sterling protagonista al 64' quando riceve palla da Gundogan, manda al bar Toloi e spiazza ancora Gollini. Al 69' Sterling segna il 5-1 con un tap-in facile facile su assist di Mahrez. Sterling sbaglia il gol del 6-1 in maniera clamorosa al 74' graziando così Gollini. Foden si fa espellere all'83' per doppia ammonizione

Il tabellino

Manchester City: Ederson; Walker, Rodri (41' Stones), Fernandinho, Mendy (71' Cancelo); De Bruyne (68' Otamendi), Gundogan, Foden; Mahrez, Aguero, Sterling.

Atalanta: Gollini; Toloi, Djimsiti, Masiello (46' Pasalic); Castagne, de Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi; Gomez (46' Muriel), Ilicic (71' Hateboer)

Reti: 28' Malinovskyi (A), 34' e 38' Aguero (M), 58' 64' e 69' Sterling (M)

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

hellas

Mar, 22/10/2019 - 23:28

Una sola considerazione : l'Atalanta in campionato sta facendo una bella figura, in Champions , in un girone non fra i più proibitivi, ha rimediato solo figure indegne ( delle quali mi dispiace)... Dimostrazione che il ritardo del nostro calcio è abissale ( ma sappiamo chi ringraziare per la devastazione, si vada alla voce Juventus...)

cir

Mar, 22/10/2019 - 23:39

giusta lezione impartita a dei signor ..nessuno !

simone64

Mer, 23/10/2019 - 08:39

TE SCECC, 3 PARTIDE 11 CASONCELLI DEA CHE LEGNATA, TORNA A CASA CHE FAI FARE AL CALCIO CHE CONTA BELLA FIGURA

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mer, 23/10/2019 - 10:17

Ve lo avevo detto nel mio commento di martedi mattina.Se` Atalanta non gioca difensiva (all'Italiana)ne becca 4 come minimo.La colpa e dei moderni al;lenatori Ital' che vogliono giocare con 3 centrali e terzini troppo avanzati...che confusione.( capisco che senza giocatori italiani non si puo giocare all'italiana..ecco perche non si vince + ...da 10 anni, si perde anche con pesanti sconfitte, cosa INAUDITA dalla fine anni 50 Al 2010...Amen.