Maradona si presenta in Messico: "Ero a pezzi ma sono rinato. Darò tutto"

Maradona si è presentato al suo nuovo club, i Dorados de Sinaloa: "15 anni fa mi sono messo alle spalle una malattia. La gente diceva che il doping mi stava consumando e che stavo perdendo la mia battaglia. Ora sono rinato e darò il cuore"

Diego Armando Maradona è il nuovo allenatore dei messicani del Dorados di Sinaloa. L'ex Pibe de Oro durante la conferenza stampa di presentazione è stato molto umile, emozionato e con un low profile: "15 anni fa mi sono messo alle spalle una malattia. La gente diceva che il doping mi stava consumando e che stavo perdendo la mia battaglia. Quando mi drogavo ero un passo indietro, mentre un calciatore dovrebbe andare avanti. Ora voglio vedere il sole e andare a letto la sera visto che non sono nemmeno mai andato a letto e non sapevo nemmeno cosa fosse un cuscino. È per questo che ho accettato l’offerta dei Dorados e non sono qui in vacanza".

Maradona ha deciso di accettare l'offerta dei messicani anche per avvicinarsi maggiormente alla sua famiglia: "Ora per raggiungere i miei cari non ho più bisogno di 24 ore, ma di 10. Penso di rimanere qui a lungo". L'ex ct dell'Argentina ha poi svelato di aver ricevuto tante altre offerte: "Maduro mi ha offerto la panchina del Venezuela, Evo Morales quella della Bolivia. Verrà il momento in cui accetterò perché stanno insistendo molto ma per adesso ho ancora voglia di calcare il campo".

Maradona ha chiuso con un proclama: "Se il pubblico è con noi, sarà difficile batterci. Le partite si vincono poi sul campo col sacrificio dei giocatori durante tutta la settimana. Qui, se non me lo dice il medico, non ci sono infortunati e va in campo chi sta meglio".

Commenti
Ritratto di mailaico

mailaico

Mar, 11/09/2018 - 13:03

li si che snifferà alla grande! Ma occhio, i cartelli tagliano le teste a chi sbaglia ...

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 11/09/2018 - 15:52

mailaico, nuovo nick vero? il vecchio era troppo sp.ttanato! sarà anche un tossico o un ex tossico, ma come calciatore, resta l'unicità della storia del calcio di sempre, le belle giocate che fanno i calciatori di oggi sono state tutte copiate dalle giocate di diego, a voi patani, rode ancor di più per che non è mai voluto venire a giocare al nord.

Agus

Mar, 11/09/2018 - 16:03

Ma chi é che da`ancora fiducia al pibe de coca?