Mario Gomez lascia il Besiktas per "motivi politici"

L'attaccante tedesco Mario Gomez ha annunciato il suo addio al Besitkas dopo il tentato golpe di Stato del 15 luglio scorso

Mario Gomez lascia il Besiktas. Il calciatore tedesco ha annunciato l’addio alla squadra di Istanbul, con la quale ha vinto il campionato, dopo il tentativo di golpe militare avvenuto in Turchia il 15 luglio scorso. L’attaccante, di proprietà della Fiorentina, ha, dunque, deciso di abbandonare la squadra con cui si è laureato capocannoniere del torneo turco con 26 reti in 33 partite, per motivi politici e non professionali.

“È stata una decisione difficile che – scrive Gomez sul suo profilo Facebook - ho dovuto soppesare parecchio. A tutti i tifosi del Besiktas dico che sarà molto dura per me sapere che non potrò più essere un giocatore di questo grande club la prossima stagione”. “La ragione di tutto questo – precisa Gomez - è però totalmente dovuta alla situazione politica del vostro Paese. Non ci sono altri club o altre ragioni che mi hanno fatto prendere questa decisione. Ma è collegata solamente ai terribili eventi che sono avvenuti negli ultimi giorni. Spero che voi possiate capirlo e che questi problemi politici possono essere risolti in modo pacifico presto. Così potrei esaudire il mio desiderio di giocare di nuovo per il Besiktas".