Marotta conferma: "La Juventus ci riproverà per Witsel, no a Brozovic"

Marotta conferma che la Juventus interverrà sul mercato di gennaio per rinforzare la rosa di Allegri: nel mirino Witsel e Bentancur, no a Brozovic

La Juventus è un rullo compressore in campionato e dopo 7 giornate ha già 4 punti di vantaggio sul Napoli di Maurizio Sarri. La squadra di Allegri ha avuto la meglio per 3-0 sull'Empoli di Martusciello ed ha approfittato dello scivolone del Napoli sul campo dell'Atalanta di Gasperini. 18 punti conquistati sui 21 disponibili con la macchia di aver perso, facendosi rimontare, contro l'Inter di Frank de Boer, oggi distante 7 punti. Beppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, ha parlato ai microfoni di Radio Anch'Io Lo Sport:"Il nostro punto di forza da sempre è la difesa e il fatto che abbiamo subito solo quattro gol dimostra la nostra solidità difensiva. Le basi di una squadra vincente partono da dietro, perché avere una retroguardia solida dà la possibilità al centrocampo di lavorare meglio. Nella storia della Juventus c'è il fatto che quando partecipa ad una competizione, lo fa per vincere. È scontato dunque essere considerati tra i favoriti".

Marotta ha poi parlato di mercato e degli obiettivi sportivi e non della società di Corso Galileo Ferraris: "Brozovic? È un giocatore dell'Inter e e se lo possono tenere ben stretto, noi abbiamo altre mire. Witsel? È in scadenza di contratto ed il giocatore rappresenta un profilo adatto per la nostra squadra. Cercheremo a gennaio o nel corso della stagione di arrivare a una conclusione. Betancur? È un giovane interessante da noi bloccato con una prelazione, da esercitare nel giro di qualche mese. Siamo propensi a farlo, si aggregherà a breve con il gruppo. Dobbiamo sempre dare il massimo, siamo riusciti a migliorare la nostra qualità e il nostro valore. Al di là della conferma degli aspetti sportivi, siamo cresciuti anche patrimonialmente e finanziariamente, passando da 153 a 341 milioni di ricavi ed aumentando così il potere di fuoco e gli investimenti più dispendiosi. E abbiamo aumentato il livello qualitativo del gruppo, alzando l'asticella. Cerchiamo di ottenere il massimo, però tutto avviene in un recinto verde e il giudizio del campo è quello che conta".