Marquez, 7ª pole Lorenzo lo segue Rossi 4° e vicino

Prodigio Marquez di nuovo in pole, la settima dell'anno, stavolta di un niente davanti a Lorenzo che ha dato l'anima pur di stargli vicino, vicinissimo, 10 millesimi. A un decimo e mezzo dal ragazzino terribile, il sul compagno in Honda Pedrosa, più o meno stesso tempo quello di Rossi che manca la prima fila per 5 millesimi, neppure un respiro, e dice «questo mi fa rabbia, però mi fa piacere essere così vicino ai primi».
Il sabato di qualifica di questo motomondiale sempre più spagnolo racconta del solito dominio firmato dal giovane debuttante e monopolizzatore del campionato, ma svela anche qualcosa di nuovo: e cioè che Valentino Rossi sta completando il lento processo di recupero del tempo perduto lontano dalle zone nobili e dai ritmi alti e dal pensare in grande. Spiega: «Rispetto al 2012 ho girato 3 secondi più veloce... c'è più gusto a correre così... Sono soddisfatto, ho fatto decisamente un passo in avanti rispetto a venerdì e ora mi piacerebbe lottare con i tre spagnoli per il podio e da qui in avanti diventare l'ago della bilancia di questo mondiale...».
Quanto alle Ducati, Dovizioso è nono e Hayden undicesimo. Sempre lontani, troppo lontani. Ma in casa della Rossa a due ruote c'è sempre più aria di rivoluzione.
In tv: su Italia1 e 2 Moto3 alle 11, Moto2 alle 12,20, MotoGp alle 14